Uno scempio al centro di Monteroni, l'annoso disagio dei cittadini, una raccolta di firme con tanto di lettera al sindaco perché ponga rimedio ad una situazione che si protrae da troppo tempo, rimettendo in sicurezza la zona e restituendo dignità e decoro ad un angolo del paese.

Apre i battenti anche in quel di Monteroni il “Comitato per il Sì” al referendum Costituzionale, che il prossimo ottobre chiamerà gli italiani alle urne per esprimersi sulle riforme.

L’opposizione abbandona l’assise e scrive al prefetto. Toni accesi e Consiglio-fiume: oltre sei ore di fuoco incrociato. Scaramucce anche tra presidente del consiglio e Volontà Popolare. E tra dirigente e segretaria comunale. Ma dopo due rinvii, la maggioranza tira dritto.

Il capogruppo del M5S in Regione lancia l’idea: “Un solo Comune di 30mila abitanti: l’unione fa la forza e fa anche risparmiare. Prima il comitato e poi il referendum”. Il popolo social si divide. E non manca l’ironia. Mentre i sindaci per il momento restano in silenzio.

Volontà Popolare: “Decreti ad orologeria e illegittimi”. Il sindaco ribatte: “Ho rispettato le norme”. Finiscono nel mirino dell’opposizione i cinque decreti con cui il sindaco Angelina Storino ha attribuito le funzioni dirigenziali ai responsabili di settore del Comune di Monteroni: due incaricati per l’intera durata del mandato, due per soli tre mesi (urbanistica e servizi sociali), un altro per un mese (lavori pubblici).

“Più comunicazione e gestione partecipata”. Il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte del nuovo corso amministrativo è stato il punto sui cui più volte si è battuto nell’assemblea pubblica (“300 giorni dal voto - Considerazioni e valutazioni”), che si è tenuta nel Laboratorio urbano di via Lopez: un incontro che ha tenuto a battesimo il neonato “Comitato cittadino per Monteroni”.

Pagina 19 di 19

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it