In un edificio comunale nasce la casa della Fratres: ‘Dopo 22 anni il sogno diventa realtà’

La Fratres di Monteroni ha una nuova sede. Domenica 24 novembre è stata inaugurata la "casa" dell’associazione dei donatori di sangue che sorge in un immobile di proprietà comunale di via del Mare (area mercatale), accanto alla guardia medica. 

Dopo la benedizione del parroco don Giuseppe Spedicato, il taglio del nastro è stato affidato alla sindaca Angelina Storino e a due storici soci onorari della Fratres, Cosimo Crispi e Maria Signore, oltre che ai rappresentanti del consiglio provinciale e regionale del gruppo. Con loro il direttivo monteronese dell’associazione: il presidente Alessio Mistico, il vice Salvatore Quarta, il segretario Tiziano Montedoro, la capogruppo Dolores Crispi, l’amministratore Aurelio Caporale, i consiglieri Bartolo Martella e Antonio Rizzo. Finalmente, dunque, la Fratres di Monteroni ha una nuova casa in un edificio comunale. L’inaugurazione è arrivata al culmine di un lungo iter concluso con la convenzione che è stata firmata, nelle sale del Palazzo Baronale, dalla sindaca Storino e dal vicepresidente Quarta: un atto preceduto dall’apposita delibera di giunta che affida il locale del Comune alla onlus dei donatori di sangue. “La Fratres - sottolinea il primo cittadino - opera sul territorio, anche oltre Monteroni, con la finalità suprema del bene comune. Nell'ultimo anno, peraltro, l’associazione ha raggiunto ben 500 donazioni. Donare il sangue oltre a far bene al donatore, salva vite umane. Tutti potremmo trovarci nelle condizioni di bisogno, pertanto come amministrazione ci è sembrato doveroso riservare loro uno spazio, la cui manutenzione è a carico dell'associazione stessa. Il mio auspicio - conclude Storino - è che le donazioni aumentino ancora, perché anche una sola goccia di sangue può salvare nel momento di bisogno. Grazie alla Fratres per quello che fa”. La Fratres monteronese è nata nel 1990 e nella prossima primavera taglierà quindi il traguardo dei suoi primi 30 anni. “Era il 1997 quando fu inoltrata al Comune la prima missiva con la richiesta di assegnazione di un locale pubblico come sede sociale del gruppo. Dopo 22 anni - si legge in una nota del direttivo Fratres - avevamo perso le speranze che qualcuno potesse ascoltarci e che ciò potesse accadere. Ed invece eccoci qua con la realtà dell’inaugurazione della nuova sede della Fratres di Monteroni. Siamo emozionati, la notizia della firma della convenzione ci ha fatto saltare sulla sedia e tuttora non ci sembra ancora vero. In tempo record abbiamo allestito i locali ed organizzato tutto. Comincia una nuova vita per l’associazione. E i ringraziamenti ovviamente vanno anche agli uffici comunali e al segretario comunale per aver predisposto tutti gli atti necessari per la conclusione di questo lungo, a tratti tortuoso, ma emozionante iter. Ma un ringraziamento particolare, ultimo ma non per importanza, lo rivolgiamo alla sindaca Angelina Storino che pazientemente ha sopportato le nostre continue istanze e sollecitazioni”.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it