Reazioni alla crisi. Ultimatum di Ruggeri: “Storino rispetti l’Udc”

Rinviato ancora di qualche ora il varo del rimpasto. Ad innescare l’ulteriore fumata nera il nodo-Udc: lo scudocrociato infatti rischia di rimanere senza assessorati.

Noemi Puce non sarà confermata nell’esecutivo e anche l’altra consigliera eletta in quota Udc, Tiziana Lezzi, indicata dai vertici per l’avvicendamento, potrebbe non trovare spazio come assessore. Dal canto suo, il sindaco Angelina Storino intende esercitare fino in fondo i suoi poteri e procedere con la nomina di una nuova giunta fuori dalle logiche e dalle dinamiche politiche. Cioè senza sottostare ai diktat dei partiti. E così come ha fatto per l’azzeramento, vuole quindi decidere e muoversi autonomamente anche in fase di rimpasto. L’Udc però punta i piedi e tramite il segretario provinciale, l’ex senatore Totò Ruggeri, che invoca lealtà politica e il rispetto degli accordi preelettorali, manda un ultimatum alla sindaca. 
Sono davvero molto sorpreso dal comportamento del sindaco di Monteroni. L’Udc ha contribuito alla vittoria della lista - commenta Ruggeri, raggiunto al telefono da TgMonteroni.it - e ha eletto due consiglieri. Ora Storino intende sfiduciare e revocare il nostro assessore. Che lei abbia problemi col nostro assessore, che sia venuto meno il rapporto di fiducia, ci può anche stare, è una cosa legittima che rientra nei suoi poteri. Però se vuole cambiare e sostituire Puce, deve essere il partito ad indicare il nome del prossimo assessore dell’Udc. Anche se è prerogativa del sindaco nominare gli assessori, si tratta comunque di una questione di lealtà politica - sottolinea il segretario nazionale amministrativo dell’Udc - che attiene al rapporto tra un sindaco e le forze che sostengono la sua maggioranza. Se tutto ciò viene meno, evidentemente - avverte Ruggeri - ognuno ne trae le conseguenze. Ma nessuno mi deve venire a dire cosa devono o non devono fare gli esponenti dell’Udc a Monteroni”.
Il leader provinciale dello scudocrociato sposta poi l’attenzione sull’alleanza col Pd. “Ho parlato con i dirigenti regionali del Partito democratico. Mi dicono che il sindaco di Monteroni - dice Ruggeri - non intenda ascoltare le forze politiche perché non ha nessuna tessera di partito. Mi limito a dire che saranno quindi gli organi regionali di Pd e Udc a fare le valutazioni su tutto. Devo però capire come il Pd voglia rapportarsi nei confronti dell’Udc, che si è dimostrato sempre e dovunque un alleato corretto e leale”.
Infine, Ruggeri indica la Lezzi per la carica di assessore, ma non chiude la porta all’eventualità di un esterno. “Consiglio alla sindaca di Monteroni  di essere attenta e prudente: stiamo rischiando di dare un cattivo esempio ai cittadini. Oltre alla Puce, Tiziana Lezzi ha tutte le carte in regola per essere nominata assessore. Questa è la nostra indicazione. Solo in subordine, ci riserviamo - dice il segretario provinciale Udc - di proporre un nome esterno al Consiglio comunale”. 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it