Due rapinatori armati di fucile e con volto coperto, alle 18:15, hanno fatto irruzione nel supermercato "Mello" di via Alcide De Gasperi .

Mentre ancora rimbomba l’eco del pianto dei funerali di Gabriele Cosma, si arrende anche il cuore di Gianni Rizzo, il 41enne di Carmiano rimasto coinvolto nell’esplosione all’interno della fabbrica di fuochi d’artificio.

Un altro dramma colpisce la comunità di Monteroni. Un San Martino funestato dal lutto cittadino per la morte del giovane Gabriele Cosma: un dolore immane a cui si aggiunge la tragedia che si è consumata questa mattina, intorno a mezzogiorno, nelle acque di sant’Isidoro.

Custodiva in casa pistola e munizioni. È stato per questo arrestato in flagranza di reato, per possesso illegale di armi, Bruno Cosimo Giordano, 58 anni, pluripregiudicato di Monteroni.

Forte commozione e vicinanza alla famiglia del giovane Gabriele Cosma, rimasto vittima nell’esplosione della fabbrica di fuochi pirotecnici “Fratelli Cosma” di Arnesano. Il cordoglio da parte di tanti amici e conoscenti, che sulla pagina del 19enne lasciano messaggi di dolore dal momento dopo la tragica notizia.

Ad Arnesano, intorno alle 8.30, una forte esplosione in una fabbrica di fuochi pirotecnici alle spalle del Cimitero.

Finisce nei guai un giovane di Monteroni di 39 anni (L.M. le sue iniziali) deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria al termine delle indagini condotte dai carabinieri di Surbo. Il 39enne è stato infatti denunciato a piede libero per aver utilizzato un documento di riconoscimento che è risultato falsificato.

E' successo intorno alle 14, nelle vicinanze dell'incrocio semaforizzato tra corso Umberto I e via Merano. Nell'incendio di natura accidentale sono state coinvolte due auto in riparazione presso l'officina adiacente: una Volvo ed una Citroen C4.

Il viaggio da Roma a Lecce alla fine è durato più di 24 ore. Una lunga odissea per i passeggeri che ieri sera sono saliti sul Frecciargento con partenza da Termini e capolinea previsto alla stazione di Lecce. Il maltempo invece ha messo la zampino e alcune lungaggini di Trenitalia hanno fatto il paio. La partenza da Roma era prevista alle 18 e l’arrivo alle 23,23. 

Finisce in carcere con l’accusa di essere l’autore della rapina a mano armata compiuta un mese fa nella farmacia di Magliano. Nuovi guai giudiziari per Andrea Pati (nella foto), 44 anni, pregiudicato di Monteroni.

Pagina 6 di 22
BURSOMANNO

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012  - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it