Fuoco incrociato sui lavori di rifacimento del manto stradale. L’ex sindaca, di nuovo in campo per puntare al secondo mandato, rivendica il risultato e stigmatizza i “professionisti del rumore”. Monteroni in Movimento ribatte: “Utilizzato l’avanzo delle precedenti amministrazioni, si rischia l’aumento delle tasse”. Continuano, dunque, le avvisaglie da campagna elettorale. Un post su facebook dell’ex primo cittadino Angelina Storino ha scatenato la reazione al vetriolo del gruppo politico Monteroni in Movimento, che è pronto a scendere in campo con una civica in vista delle prossime comunali.  

Nei giorni scorsi è stato dunque avviato il secondo step degli interventi per il nuovo asfalto. “Inizia la seconda tranche di lavori - si legge nel post dell’ex sindaca - che darà nuova vita a numerose strade cittadine. Dopo i lavori della scorsa estate, che hanno interessato ben 22 strade per un totale di 4,5 km di nuovo asfalto, sono partiti da via San Fili, dove si sta realizzando il marciapiede nei pressi del cimitero, i nuovi lavori e saranno altre 15 le vie ad essere interessate. Si va da via don Minzoni a via XXI Aprile, da via Fiume a via Diaz, per citarne soltanto alcune. Questo grazie agli uffici che hanno scrupolosamente lavorato per predisporre tutti gli atti necessari. Il ringraziamento personale più grande va sicuramente ai cittadini e alla loro pazienza, il lavoro svolto in silenzio e con cura, dà sempre frutto. Le chiacchiere - tuona Storino - non mi appartengono e le lascio ai professionisti del rumore, preferisco chinare il capo, lavorare sodo e rispondere consapevole di ogni conseguenza”.

Il post dell’ex sindaca, che tornerà in campo per le elezioni comunali al timone della civica “Monteroni Oltre”, è finito a stretto giro nel mirino di Monteroni in Movimento. Gi attivisti attaccano Storino e spezzano una lancia a favore delle precedenti amministrazioni.  “Come impavidamente sbandierato in queste ore dall'ormai ex sindaco Storino, ripartono i lavori per il rifacimento del manto stradale in alcune vie cittadine. Una bella notizia certamente, ma ancora una volta - accusa la portavoce del movimento, Monica De Filippis - non comunicata con onestà intellettuale perché si è scientemente omesso di precisare che i soldi usati sono purtroppo quelli provenienti dalle casse comunali e precisamente dagli avanzi di spesa delle altre amministrazioni e non frutto di reperimento di fondi da finanziamenti pubblici, che pur ci sono stati ma che non sono stati intercettati. Infatti, i 700mila euro impegnati - aggiunge De Filippis - costituivano un tesoretto che i passati governi cittadini con impegno, sacrificio e lungimiranza erano riusciti a mettere da parte e che sarebbero dovuti restare nelle casse comunali per garantire gli equilibri finanziari e scongiurare un ormai presumibile e prevedibile aumento delle tasse comunali a discapito dei cittadini. Si sarebbe dovuto fare ricorso all’impiego di tali somme, quindi, solo per far fronte ad emergenze o gravi necessità, che senza ombra di dubbio non possono essere le opere di manutenzione ordinaria. Le risorse economiche per asfaltare le strade potevano e dovevano essere intercettate attraverso la partecipazione del nostro Comune a bandi pubblici appositi. Ma negli ultimi quattro anni e mezzo tante altre buone occasioni sono andate perdute. L’ex amministrazione Storino, quindi, per poter fare ciò che ha fatto - conclude la portavoce di Monteroni in Movimento - ha dovuto aprire il salvadanaio di tutti i cittadini che altri avevano riempito ed ha speso i soldi che invece dovevano rimanere a disposizione”. 

Le dimissioni, come era prevedibile sin dall’inizio, non sono state ritirate. Finisce qui, quindi, l’amministrazione comunale targata “Cambia Monteroni” nata nella primavera del 2015.

Si è dimessa la sindaca di Monteroni, Angelina Storino. Esplode la crisi a Palazzo di Città.

La sindaca Angelina Storino plaude al senso di responsabilità della consigliera Tiziana Lezzi che nell’ultimo consiglio ha consentito, col suo voto favorevole, di superare l’impasse facendo approvare la variazione al bilancio di previsione. Nel mirino del primo cittadino finisce poi l’ex vicesindaca Sonia Martino approdata sui banchi dell’opposizione.

Grande successo e partecipazione di pubblico, sabato 7 dicembre presso le sale del Palazzo Baronale, per l’inaugurazione della mostra d’arte di Luigi Spanò, che resterà a disposizione del pubblico sino al prossimo 12 gennaio 2020.

È guerra a suon di bordate tra la sindaca Angelina Storino e la sua ex vice Sonia Martino, che nell’ultimo Consiglio ha votato contro l’amministrazione.

Angelina Storino viaggia verso la ricandidatura. “Da Cambia Monteroni a Monteroni Oltre: la buona amministrazione deve continuare”, è il titolo dell’assemblea pubblica convocata per mercoledì prossimo, alle 18.30, nella Sala della legalità del rione dell’Assunta (comando polizia municipale).

Lunedì 25 novembre, alle 17.30, sarà inaugurata la nuova sede dello “Sportello Ascolto Cittadinanza” che si trova presso l’immobile comunale che ospita la Casa della Salute di via del Mare (area mercatale rione dell’Assunta).

Si è svolto giovedì scorso, all’interno della sala conferenze del Palazzo Baronale di Monteroni, la presentazione del progetto europeo “Ayen - I neet you”, promosso da Tecnopolis, che permette di aiutare giovani non occupati a formulare una propria idea di impiego ed eventualmente a realizzarla.

Il sindaco Angelina Storino rompe il silenzio dopo l’ultima scossa politica che rischia di mettere in ginocchio l’amministrazione comunale.

Pagina 1 di 16

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it