La spaccatura sul project financing per il cimitero rischia di mettere in ginocchio la maggioranza. Poche ore fa il sindaco Angelina Storino ha azzerato la giunta revocando deleghe e incarichi ai cinque componenti dell’esecutivo: alla vicesindaco Sonia Martino e agli assessori Antonio Madaro, Giorgio Manfreda, Piero Favale e Tommaso Leucci.

Il consiglio comunale in programma alle 16.30 di mercoledì 7 agosto rischia di trasformasi in una resa dei conti all’interno della maggioranza. In calendario ci sarà di nuovo la delibera per il project financing sul cimitero, ma anche il voto sulla variazione di assestamento generale e sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio. 

Al via i cantieri per il rifacimento dell’asfalto: in tutto 22 strade per un totale di 4,5 chilometri. I lavori cominceranno questa settimana e saranno eseguiti, per un totale di 425mila euro (fondi provenienti dall’avanzo di amministrazione), dalla ditta “Mello srl” che si è aggiudicata il bando di gara con un ribasso del 34,74%. In tutto, a Palazzo di Città sono giunte 93 offerte presentate da altrettante aziende.

Al via le operazioni di pulizia e riqualificazione del parco giochi del Velodromo degli Ulivi. Mentre i lavori di rifacimento della pista viaggiano verso l’ultimazione, scatta il semaforo verde per rimettere quantomeno in sesto il parchetto. E sarà quindi una lotta contro il tempo per recuperare l’area verde prima dell’estate.

La giunta comunale destina le economie che derivano dalla riduzione del 15% delle indennità di funzione degli amministratori comunali. Il taglio è in vigore dal gennaio 2016.

Dopo critiche e attacchi, anche da parte dei cittadini, il governo del Comune di Monteroni è riuscito a trovare i fondi necessari al ripristino di alcuni tratti stradali, che insistono sul suo territorio.

Il comune di Monteroni escluso dai finanziamenti per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici.  La regione Puglia ha infatti comunicato con atto dirigenziale dello scorso 18 gennaio la graduatoria “provvisoria” dei progetti. E la cittadella universitaria risulta tagliata fuori.

Gli attivisti di Monteroni 5 stelle inaugurano il proprio anno politico con le critiche all’amministrazione del sindaco Storino e la difesa del governo nazionale. Inizialmente rimasti silenti, hanno deciso di chiarire la loro posizione su quanto avvenuto negli ultimi giorni dell’anno appena concluso.

Sicurezza pubblica: opposizioni sul piede di guerra. Dure le repliche di M5S, Fratelli d’Italia e Volontà Popolare. Massimiliano Manca: “Inspiegabile l’operato dell’amministrazione. Dimissioni subito”.

Speed scout e manto stradale, il sindaco Angelina Storino risponde alle polemiche: “Lavoriamo per garantire sicurezza. Non c’è nessuna intenzione di fare cassa”.

Pagina 3 di 10
BURSOMANNO

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012  - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it