Cimitero, project torna in Aula, maggioranza ai ferri corti. Storino tenta di ricucire

Tensione alle stelle a Palazzo di Città. Mentre le acque della maggioranza sono sempre più agitate, torna in consiglio comunale il project financing da oltre 4 milioni di euro per il completamento e la gestione da affidare ai privati del cimitero di Monteroni. 

L’assise si riunirà mercoledì 7 agosto, alle 16.30, a Palazzo di Città. E l’equilibrio della coalizione di governo, che come è noto da tre anni si regge su un solo voto, non è mai sembrato così precario come in questo frangente. Dall’esito del consiglio di mercoledì potrebbe dipendere la tenuta della maggioranza in quest’ultimo scorcio di mandato. Sul piede di guerra l’assessore ai servizi cimiteriali e al bilancio, Giorgio Manfreda: la sua iniziativa in merito al completamento e alla gestione privata del camposanto è stata contrastata di fatto da un terzo della maggioranza. Intanto, la sindaca Angelina Storino ammette le fibrillazioni nella sua amministrazione e cerca di ricucire lo strappo che si è consumato a causa del project financing. Anche perché il consiglio comunale di mercoledì sarà chiamato a dare l’ok anche a due importanti provvedimenti come la variazione di assestamento generale e la salvaguardia degli equilibri di bilancio.

L’argomento sul project del cimitero tornerà all’ordine del giorno dopo il ritiro della delibera in occasione dell’ultimo consiglio comunale di giugno, quando l’amministrazione fu costretta ad un passo indietro a causa delle frizioni interne. Divisioni esplose poi con la scelta dell’assessore Piero Favale che, pur rimanendo in giunta, ha rimesso la delega all'urbanistica contestando il project e con le perplessità e i distinguo espressi in sedi e modi diversi anche dalla consigliera Maria Grazia Guido e della vicesindaco Sonia Martino, oltre che dal direttivo del Pd, forza che sostiene l’amministrazione.

“Il cimitero allo stato attuale - afferma il sindaco Angelina Storino - non è nelle condizioni di decoro adeguate per una società civile. Le risorse economiche dell'ente non hanno mai consentito di risolvere appieno questa problematica e, avendo al vaglio un progetto di finanza privato, abbiamo creduto questo potesse essere una soluzione. L'assessore Manfreda dal 2017 ha fatto un percorso in tal senso, percorso che al momento sta creando fibrillazioni all'interno dell'amministrazione. Si contesta la mancanza di condivisione con la maggioranza, i cittadini e le confraternite che da secoli sono presenti sul territorio. L’assessore ha sicuramente bypassato alcune tappe di necessaria condivisione, ma credo fermamente - sottolinea Storino - nella sua idea, nella sua buonafede e nella bontà del progetto di finanza che comunque andrebbe rivisto. Concordo peraltro con la richiesta dell’assessore di spostare l’argomento al primo punto del consiglio. Sono stati infatti presentati da Manfreda degli emendamenti al bilancio, per permettere, anche in caso di bocciatura del project, di impegnare risorse nella riqualificazione di buona parte del cimitero, e ciò ha creato agitazione nella maggioranza. Confido nell'onestà intellettuale di ciascuno - è l’appello conclusivo della sindaca - assicurando che il project sarebbe oggetto di ampia condivisione e migliorie”. 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it