“La via della nostra santificazione non aggira la tentazione, ma l’attraversa perché, se pure è lì il nostro pericolo, nondimeno è lì anche la nostra grazia”.

Come ogni anno, il monteronese mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano e segretario del C9 - il gruppo di cardinali che collabora con Papa Francesco nel governo della Chiesa – ha scelto la multimedialità per inviare ai fedele della sua diocesi i suoi auguri natalizi.

Le parole e la preghiera del nuovo arciprete di Monteroni don Giuseppe Spedicato che oggi ricorda il giorno della sua ordinazione sacerdotale avvenuta 25 anni fa per l’imposizione della mani dell’arcivescovo Cosmo Francesco Ruppi.

Sono passati vent’anni da quel bellissimo pomeriggio. Una Piazza Duomo gremita all’inverosimile e baciato dall’ultimo sole settembrino divenne un cenacolo a cielo aperto

È stata pubblicata dalla casa editrice diocesana MiterThev, la nuova lettera pastorale del vescovo di Albano, Marcello Semeraro, “In Te la sorgente della vita”.

La “Casa della Speranza” di Ardea approda al Tg3: il progetto promosso da mons. Marcello Semeraro continua a far parlare di sé.

È stato un 19 marzo speciale quello dei nove padri separati ospiti nella “Dante Bernini” inaugurata lo scorso 13 gennaio ad Ardea, sul litorale romano, nella diocesi di Albano,

I Decibel portano a Sanremo anche un pezzo di Monteroni: origini monteronesi per Silvio Capeccia, musicista della band di Enrico Ruggeri.

È giunto anche quest’anno il tradizionale appuntamento, tanto atteso dalla popolazione, ovvero, la Festa Cittadina in onore di Sant’Antonio Abate, il Santo del fuoco venerato in molti comuni salentini.

Il Times dedica un articolo per l’iniziativa solidale di Don Marcello: la casa della speranza sbarca sulle copertine inglesi.

La “casa della speranza”, inaugurata ad Ardea pochi giorni fa (LEGGI ARTICOLO), ha attirato l’interesse del più diffuso tabloid britannico. Il Times, sempre attento ad analizzare ed individuare le migliori notizie in circolazione, ha pensato bene di pescare anche in Italia e di pubblicare sabato scorso un servizio sull’iniziativa del vescovo monteronese.

Motivo di orgoglio in più, dunque, per la diocesi di Albano e per don Marcello Semeraro. L’idea di costruire un ostello per accogliere i padri divorziati si è perciò dimostrata una mossa vincente anche a livello mediatico: “nei casi di difficoltà famigliare – si legge nell’intervista a don Marcello Semeraro – si è sempre pensato di aiutare le giovani madri senza accorgersi della mancanza di qualcosa in tutto questo. A risentirne infatti sono anche i papà. E i figli soffrono per entrambi. Questa struttura è fatta proprio per questo: ricostruire il rapporto padre-figlio”. E poi il riferimento alle parole di Papa: “Francesco mi ha detto di essere nel giusto. E’ rimasto molto contento. Ed ha anche aggiunto che non pensava che in Italia i padri non fossero sufficientemente protetti dalla legge”.

03 times don marcello

01 times don marcello

Pagina 1 di 3

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it