Sotto il giubbotto nascondeva 675 grammi di marijuana: 20enne ai domiciliari

Arrestato un giovane incensurato di Monteroni. Aveva addosso più di 675 grammi di marijuana. Si tratta di Gianluigi Quarta, di 20 anni, senza precedenti penali, che su disposizione del pm di turno Alessandro Prontera è finito ai domiciliari.

Il giovane, accusato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è difeso dall’avvocato Massimo Bellini. Nelle prossime ore comparirà davanti al gip Giovanni Gallo per l’interrogatorio di garanzia nel corso dell’udienza di convalida.

L’arresto è stato portato a termine dai carabinieri della stazione di Monteroni che già da tempo, con tutta probabilità, tenevano d’occhio il giovane. La droga l’aveva nascosta sotto il giubbotto. E i militari lo hanno bloccato proprio nei pressi del portone della sua abitazione mentre stava rientrando. L’operazione è scattata alle 21 di ieri sera, nel cuore rione dell’Assunta di Monteroni.

Quarta è stato fermato per un controllo. E alla vista dei carabinieri non è riuscito a tenere a bada il suo nervosismo. Un atteggiamento sospetto che non è passato inosservato agli uomini dell’Arma, che si sono subito accorti di un evidente rigonfiamento che spiccava sotto il giubbotto. Quindi, il giovane è stato sottoposto a perquisizione. Il 20enne nascondeva una busta di plastica bianca che conteneva 660 grammi di marijuana e quattro sacchetti trasparenti con altri quantitativi di “erba” per ulteriori 15 grammi di droga. Inoltre, 50 bustine di cellophane vuote.

Ancora un altro giovanissimo di Monteroni (LEGGI ARTICOLO) che viene arrestato per droga in pochi giorni.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it