Europei di calcio 2016, una forte scossa alle 19,45 epicentro a Monteroni

L’Italia si qualifica per i quarti di finale e lo fa ancora nel segno del suo bomber Graziano Pellè. Monteroni è letteralmente esplosa al gol del suo compaesano, arrivato nei minuti di recupero di una partita sofferta ma mai sottotono.

Graziano diventa l’idolo di un’Italia intera che continua a sognare e ad intravedere uno spiraglio per la vittoria finale del torneo. La reazione dei Monteronesi al gol è da sogno: fuochi d’artificio, urla, clacson ed anche pianti. D’antologia, il gol del Salentino: una sforbiciata simile a quella contro il Belgio, venuta fuori grazie ad un cross di Darmian dalla destra, lasciato libero dalla difesa Spagnola. Il gigante azzurro festeggia come non mai e diventa il capocannoniere di questa squadra di umili ma coraggiosi giocatori. “Bisogna innanzitutto fare i complimenti a Pellè. Sa tenere palla, sa difendere, sa giocare di sponda, ed ha la lucidità per segnare anche negli ultimi minuti. E’ il giocatore di cui non mi priverei mai da allenatore”; così commenterà ai microfoni Rai Marco Tardelli, che di gol e “notti magiche” se ne intende abbastanza, continuando ad affermare il suo ottimismo per la scalata della Nazionale verso il trofeo. E nessuno quindi come lui potrebbe sintetizzare al meglio le caratteristiche di Graziano, sempre attento, mai superficiale e molto solidale verso i compagni, tanto da procurarsi anche la punizione da cui nascerà il gol dell’uno a zero. Sa d’amaro quella strepitosa parata di De Gea nei minuti iniziali sul suo colpo di testa.
Chissà se anche oggi papà Roberto al telefono gli risponderà “potevi farne anche due” o sarà solamente commosso della prestazione e dei successi del suo piccolo campione. L’aggettivo “piccolo”, d’altronde, nei confronti di Graziano, potrebbe valere soltanto se detto da un padre, vista la stazza del giocatore azzurro. Un fisico forte e potente, che ha messo in difficoltà i difensori campioni del mondo Sergio Ramos e Pique, sempre in ritardo sulle palle aeree, specialmente sui rinvii dal fondo del capitano Buffon. Pellè gioca bene per tutta la partita, fa a spalle con gli avversari e agevola la manovra, ma scatena un terremoto quando Conte lo rimprovera per un passaggio sbagliato verso Eder.
L’altra scossa invece, avviene in Italia attorno le 19:45, ed ha epicentro proprio a Monteroni di Lecce, al gol del suo bomber, con picchi alti nella zona tra Piazza Candido e il Bar Pausa Caffè. Il paese esplode. Chi si aspettava un finale di partita più emozionante aveva perfettamente indovinato. Graziano Pellè è per la seconda volta sul tabellino dei marcatori e lo ha fatto a suo modo, aspettando e sperandoci sino alla fine. Ci speravano in fondo anche i suoi amici, i suoi conoscenti, tutte quelle persone che hanno sventolato fieri la bandiera tricolore e che hanno urlato a squarciagola il suo nome. Questa mattina sarà ancora festa nel paese di Monteroni. E continuerà fino a Sabato, con l’augurio che possa ancora prolungarsi.

FOTO DALLE PIAZZE MONTERONESI


Post su facebook del sindaco Angelina Storino sul bomber monteronese
28 giugno 2016  h. 19,30

Anche il sindaco Angelina Storino commenta emozionata con un post su facebbok: "Le emozioni che ho provato ieri davanti a quello schermo e davanti all'esultanza di Graziano Pellè, credo siano state le emozioni provate da gran parte dei monteronesi, ma l'orgoglio che mi porto dietro all'indomani di quella splendida performance ha un sapore del tutto particolare, é l'orgoglio di essere il primo cittadino di questa comunità che per anni ha accompagnato Graziano nella sua crescita soprattutto umana; penso alla famiglia, ai compagni di scuola, alla sua parrocchia, a tutti quegli ambienti insomma che lo hanno conosciuto prima di tutto come persona e poi come il calciatore che è diventato. Credo infatti che come concittadini di questo grande campione, dobbiamo essere fieri prima di tutto della generosità, della semplicità e genuinità che questo ragazzo porta con sè prima ancora delle sue indiscusse doti calcistiche. Il calore che Monteroni gli sta dimostrando é veramente tanto e sono certa che a Graziano stia arrivando tutto, gli auguriamo di cuore un grande in bocca al lupo per la prossima sfida di sabato".

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it