Limite 30 all’ora, FdI: “Il sindaco annulli la delibera”. Storino: “800mila euro per gli asfalti”

Lo scontro politico s’infiamma sul limite dei 30km orari imposto nel centro abitato anche a causa del dissesto stradale: un provvedimento deciso dalla giunta comunale e applicato con un’ordinanza del comandante della polizia municipale.

La misura varata più di un mese fa (LEGGI ARTICOLO) sta quindi per entrare in vigore.

“Una decisione - tuona Diego Mancarella, presidente cittadino di Fratelli d’Italia - che è la dimostrazione di quanto questo esecutivo sia lontano dai problemi della gente, sia incompetente e soprattutto continui a lavorare senza programmazione. Chiediamo alla sindaca di annullare la delibera di giunta e l’ordinanza firmata dal comandante. Si può sbagliare, ma si può anche rimediare. Rispettare il codice della strada è una cosa, ma creare regole ed insinuarsi tra queste per creare uno strumento diabolico per spillare soldi soprattutto a chi non voleva infrangere alcuna regola è un discorso a parte che magari andrebbe approfondito con perizia”, accusa Mancarella.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’ex sindaco Lino Guido, attuale capogruppo dell’opposizione targata Volontà Popolare.

“La sindaca Storino, ormai più di tre anni fa, ha vinto le elezioni contro la mia compagine sbandierando sui palchi le foto delle buche che erano presenti in alcune vie del paese, promettendo strade vellutate. Per quanto mi riguarda, mai quello del dissesto stradale potrebbe essere infimo argomento di attacco politico. Nelle righe dell'ordinanza però - afferma Guido - è sancito il fallimento della sindaca e della sua maggioranza, che invece hanno fatto delle buche oggetto di programma elettorale. Ed è veramente paradossale che a sancire il fallimento sia la stessa amministrazione in un’ordinanza che mette nero su bianco l’incapacità di risolvere questo problema. Ciò imporrebbe a chi di competenza, per onestà intellettuale, di tirare le dovute conclusioni”, evidenzia l’ex primo cittadino.

Dal canto suo, il sindaco Angelina Storino ha parlato di una delibera che “prende coscienza della problematica del manto stradale, da molti anni non curato, e definisce il limite di velocità di 30 km/orari fino al reperimento di altre risorse e alla predisposizione di interventi in relazione ai fondi di bilancio disponibili. La delibera è a tutela della pubblica incolumità, un atto di "custodia" nei confronti di tutti.
Intanto, il nostro responsabile del settore economico finanziario è riuscito a reperire 700mila euro che, sommate all'importo di circa 120mila deliberate nell'ultimo consiglio comunale a proposito dell'applicazione dell'avanzo, diventa una somma straordinaria da utilizzare per il rifacimento delle strade. E finalmente la nostra Monteroni
- sostiene il primo cittadino - potrà assumere un nuovo volto. Il paese diventerà un cantiere e quindi saranno da tutelare la sicurezza e le nuove opere stradali”.

In riferimento invece allo Scout speed, l’autovelox mobile che la polizia municipale sta sperimentando (LEGGI ARTICOLO), “sarà utilizzato nelle aree periferiche e sub urbane con limiti più alti e per evitare le gare di Formula1 che si tengono in quelle zone al fine di garantire l'incolumità di tutti i cittadini e nulla ha a che vedere con la delibera di giunta”.

volantino coser disinfestazione

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it