Medicina al College e nel Palazzo Baronale? 5Stelle e Volontà Popolare pressano il sindaco

Facoltà di Medicina a Lecce: Volontà Popolare e M5S chiedono la collaborazione del comune di Monteroni per ospitarla. College di via Trento e Palazzo Baronale in pole position.

L’idea di una facoltà di Medicina a Lecce ha messo tutti sull’attenti. A comunicarlo è stata proprio la stessa Università del Salento che, in una nota apparsa sul sito, ha aperto all’ipotesi di un corso di laurea in Medicina e Chirurgia in lingua inglese da attivarsi in collaborazione con l’Università di Bari, l’Asl ed il comune di Lecce.

L’operazione al momento resta complessa. Non si sono fatti attendere perciò i pareri delle varie forze politiche che hanno espresso la loro opinione. Soprattutto a Monteroni. Secondo il gruppo d’opposizione Volontà Popolare, questa potrebbe essere un’ottima occasione per il paese: “Se da una parte è doveroso esprimere apprezzamento per la costante opera volta alla crescita dell'Università portata avanti dal Rettore Zara – afferma Massimiliano Manca - dall'altra va sottolineato che questa è l'ennesima opportunità di sviluppo dell'Università del Salento che assolutamente non può passare sulla testa della cittadina di Monteroni che tanto ha contribuito negli anni alla crescita, anche strutturale e logistica, del polo universitario leccese. Concretamente il Rettore ha dichiarato che la proposta in campo è complessa e si può realizzare solo con l’apporto di risorse umane e strumentali dell’Università di Bari, della ASL, della Regione e di tutti gli altri soggetti interessati al nuovo corso. E’ evidente che nei soggetti interessati deve esserci anche il nostro Comune”.

Ed ancora: “E’ per questo che sollecitiamo l'Amministrazione Comunale – continua Manca - dopo tre anni di risultati desolanti nel rapporto con l'Università, a muoversi ed a protocollare una richiesta volta ad ottenere il riconoscimento alla nostra città di essere soggetto portatore di interessi all'interno di queste trattative che potrebbero, ad esempio, permettere di utilizzare beni immobili come l'edificio di Via Trento che dopo essere stato recuperato e messo a disposizione dell'Università con apposito protocollo d'intesa, è ad oggi inutilizzato e abbandonato a se stesso. Il Palazzo Ducale, abbandonato ed inutilizzato dall'Università, al pari dei locali di Via Trento, così come il mancato sfruttamento dell'Azienda Sant'Anna sono i desolanti risultati di un Amministrazione disattenta sul tema del rapporto con l'Università. Ora basta! E’ il momento di darsi una mossa ed uscire dalla quotidiana ed esibizionistica “politica spazzatura”, per riprendere un percorso serio di sviluppo di Monteroni Città Universitaria ormai fermo da tre anni”.

Sulla stessa linea si sono espressi gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Monteroni, che hanno dichiarato: “Chiediamo agli organi competenti – affermano Antonio Margiotta, Elena Tramacere e Davide Rizzo - di considerare naturale la possibilità che la didattica e le attività universitarie si possano svolgere a Monteroni, che potrebbe accogliere l’organico nella struttura del college di via Trento, oppure del Palazzo Baronale, da poco ristrutturati, per rendere effettivo il protocollo di intesa firmato tra il Comune di Monteroni di Lecce e UniSalento”.

volantino coser disinfestazione

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it