Riscossione tributi e consuntivo, braccio di ferro tra maggioranza e opposizione

Riscossione tributi e rendiconto dell'esercizio finanziario 2017 all’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale che si è tenuto a Palazzo di Città.

Nell’assise, come è noto, l’assessore al bilancio Vincenzo Toma ha annunciato le due dimissioni dopo due anni di presenza in giunta, ritenendo di tornare ad un ruolo più politico “dopo aver accettato la responsabilità” di gestire la delega al bilancio “in un momento delicato e complicato per il Comune”, ha affermato l’esponente locale e consigliere provinciale del Pd (LEGGI ARTICOLO https://www.tgmonteroni.it/index.php/politica-monteroni-di-lecce/item/2027-toma-annuncia-in-consiglio-le-dimissioni-da-assessore-in-pole-c-e-manfreda).

Ampia e aspra discussione, dentro e fuori l’assise, sulla decisione dell’amministrazione di affidare la riscossione dei tributi comunali al nuovo ente pubblico “Agenzia delle Entrate – Riscossione” nato sulle ceneri di Equitalia. Sul punto, la minoranza ha sollevato molte critiche, sia rispetto al costo della gestione sia in merito all’impatto sulla cittadinanza.

Toma ha tranquillizzato i cittaini “anche per via dell’identica iscrizione al ruolo del nuovo ente, rispetto a quello attivo fino ad adesso”.

No secco da parte di “Volontà Popolare”. Il gruppo di opposizione si è schierato contro anche con una raccolta firme avviata nei giorni scorsi. “Più che tornare a quella che prima si chiavama Equitalia, in questo momento storico, sul fronte della riscossione, andrebbero invece coinvolte le forze presenti sul territorio, come i giovani avvocati di Monteroni”, sostengono i consiglieri Lino Guido e Massimiliano Manca, Una posizione orientata, dunque, ad alleggerire innanzitutto psicologicamente il peso fiscale che grava sui cittadini evitando di metterli nelle “grinfie dell’Agenzia delle entrate”.

Per l’altro gruppo di minoranza “Città attiva” ad esprimersi è stato invece il consigliere Marcello Manca: “La delibera - evidenzia - era carente delle necessarie motivazioni, oltre all’assenza di una comparazione di tutte le vie alternative per l’affidamento di questo incarico”. Il consigliere di “Città attiva” ha poi ritenuto di dover specificare come la sua posizione non sia a priori a favore o contro un ente pubblico delle riscossioni, ma “legata ai principi amministrativi dettati dalla dottrina”.

A seguito della richiesta di entrambi i gruppi di minoranza la delibera sull’affidamento e la gestione delle riscossioni al nuovo ente è stata ritirata all’unanimità, perché innanzitutto manchevole del parere del Revisore dei conti. La questione è stata così rimandata al primo consiglio comunale utile, una volta coperta la falla del nullaosta tecnico.

Sul bilancio consuntivo, nuove scintille tra maggioranza ed opposizione. Per l’assessore Toma, le condizioni delle casse comunali “in questi tre anni, pur partendo da una posizione positiva, si sono sempre più rafforzate”. Di tutt’altro avviso, invece, l’opposizione.

Praticamente, i due gruppi di minoranza viaggiano sulla stessa linea. Marcello Manca sostiene che solo una “percentuale bassissima” del programma sia stata realizzata. “Nell’esposizione dei contenuti, l’amministrazione si limita a pura teoria, ben lontana dall’azione pratica”, ha sottolineato il capogruppo di Città attiva. “Un Consuntivo ben lontano dal bilancio preventivo”, ha tuonato il consigliere Massimiliano Manca. A rincarare la dose, con un giudizio sferzante, è il numero uno di “Volontà popolare”, Lino Guido che parla di “un consuntivo fatto da amministratori, ma del quale non si noterebbe alcuna differenza se fosse stato prodotto da comuni cittadini”.

Un Consiglio comunale (in foto la prima seduta di questo mandato, giugno 2015, ndr) piuttosto acceso, quindi. E con una maggioranza costretta per ragioni tecniche a ritirare la delibera sulla gestione delle riscossioni, ma che si ritiene soddisfatta del lavoro svolto per la tenuta delle casse del Comune. Una minoranza, invece, critica e contraria con l’indice puntato contro un bilancio consuntivo ritenuto povero e troppo limitato.

volantino coser disinfestazione

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it