Dopo le polemiche, una sala per la minoranza. Volontà Popolare: “Un nostro successo”

L’amministrazione comunale concede una stanza di Palazzo di Città per i gruppi consiliari e l’opposizione rivendica l’obiettivo raggiunto. La vicenda tiene banco da tempo tra polemiche,

mozioni in Consiglio e istanze al prefetto (LEGGI ARTICOLO). Una questione esplosa dopo che all’opposizione, nei mesi scorsi, era stato negato l’utilizzo dell’aula consiliare per lo svolgimento di alcune conferenze stampa (LEGGI ARTICOLO).

La stanza assegnata dal Comune, situata al primo piano del Municipio, servirà per le riunioni e gli incontri inerenti all’espletamento del mandato dei consiglieri.

“Si tratta di uno spazio conquistato con la nostra determinazione e in cui continueremo ad aiutare i nostri concittadini”, si legge in una nota del gruppo di opposizione “Volontà Popolare”.

“Di fronte ad una maggioranza che, con metodi dittatoriali, voleva negarci lo spazio fisico per essere presenti in Comune, la nostra determinazione - sostengono Lino Guido, Mariolina Pizzuto, Massimiliano Manca e Oreste Paladini - ha reso possibile la concessione a noi consiglieri di minoranza di uno spazio fisico in cui continueremo assiduamente a fare quello che questa amministrazione non ha fatto in questi tre anni: dare una mano ai cittadini”.

Volontà Popolare va poi avanti con le contestazioni e passa all’elenco delle criticità. “Caos spazzatura, caos accertamenti Imu, aumenti delle bollette, accertamenti fiscali da rettificare o da annullare, rottamazione delle cartelle di equitalia e delle ingiunzioni di pagamento del Comune e tanto altro ancora, problemi in quantità industriale - dichiaraono i quattro consiglieri di centrodestra - a fronte dei quali si può oggettivamente definire traumatico l’inizio del 2018 per i contribuenti e le famiglie monteronesi. Un disagio acuito dal dilettantismo dei rappresentanti politici di un’amministrazione fantasma, incapace di aiutare il cittadini nelle forme e nei modi più opportuni, inesistente perfino nel comunicare ai monteronesi le opportunità di sanare le proprie posizioni fiscali con notevole risparmio, ai giovani le opportunità offerte dalle nuove leggi di crearsi un futuro: nulla di sorprendente, ovviamente, se si pensa che si è dimostrata incapacità perfino nel programmare l’apertura del cimitero nel giorno di Natale”.

Per i consiglieri di opposizione, “la buona volontà dei dipendenti comunali, encomiabili per la loro abnegazione, non basta più, essendo al culmine di una situazione insostenibile che il nostro gruppo non può più tollerare: intendiamo concretamente aiutare, come sempre abbiamo fatto, i nostri concittadini ed è per questo che, nella sala dei gruppi consiliari, saremo presenti nei prossimi mesi il lunedì dalle 11 alle 12 ed il giovedi dalle 16 alle 17 per aiutare i monteronesi a risolvere le tante problematiche fiscali e non solo che rendono tribolate le loro giornate”, concludono Guido, Pizzuto, Manca e Paladini.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it