Sicurezza antisismica solo per il Palazzetto? “Strutture ignorate”, mozione dell’opposizione

Il gruppo di minoranza “Volontà Popolare” punta il dito contro la delibera della giunta comunale varata lo scorso 30 novembre,

con la quale l’amministrazione ha candidato a finanziamento i progetti che riguardano gli interventi di restyling e adeguamento di alcuni spazi e impianti sportivi.

La priorità è quella del Velodromo, a partire dalla riqualificazione del parco e dall'ampliamento, con adeguamento alla normativa antisismica, del Palazzetto dello Sport. Tra gli obiettivi, anche il rifacimento dei campi di calcio e di tennis (coperto).

La mozione presentata dall'opposizione punta invece a impegnare l’esecutivo cittadino a modificare la delibera, allargando la platea delle candidature con progetti inerenti tutti gli impianti sportivi presenti in paese. E in particolare “integrando il provvedimento con il bocciodromo esistente presso il parco di Monte Sabotino privilegiando in questo modo l'intercettazione di risorse esterne e liberando fondi comunali che potrebbero essere destinati ad altri interventi”.

E questo perché, secondo i consiglieri di Volontà Popolare, Lino Guido, Mariolina Pizzuto, Massimiliano Manca e Oreste Paladini, “da una prima analisi riguardo le strutture sportive proposte alla candidatura emerge una netta disparità di trattamento o considerazione - affermano in una nota - relativamente alla verifica e all'adeguamento alla normativa antisismica prevista solo per il palazzetto del Velodromo degli Ulivi e l'inesistenza di progetti per le altre strutture e per il Parco di Monte Sabotino, dove insiste un bocciodromo ove la disciplina sportiva ha avuto grande rilevanza in questi ultimi anni e, pertanto, necessiterebbe, quanto meno, di adeguato potenziamento al pari delle altre. Riteniamo al quanto superficiale un approccio così squilibrato in relazione all'attenzione su una tematica quale la sicurezza antisismica degli edifici che dovrebbe essere garantita a favore di tutte le strutture sportive e non considerata priorità solo per una di esse”, accusa la minoranza.

Volontà Popolare incalza dunque l’assessore allo sport, Antonio Madaro. E lo fa con una serie di interrogativi.

“Assessore, nella nostra città la sicurezza antisismica degli impianti sportivi è uguale per tutti? Perché garantire la sicurezza antisismica solo al palazzetto dello sport e non anche al campo sportivo, al circolo tennis e comunque a qualunque struttura frequentata da sportivi a Monteroni? Perché trascurare la struttura del bocciodromo di Monte Sabotino dove stanziano giornalmente decine di persone che giocano a bocce e che hanno il diritto ad essere garantite al pari di tutti gli altri sportivi? E poi, dare la priorità per un intervento antisismico al palazzetto dello sport significa che oggi tale struttura è carente dal punto di vista della sicurezza strutturale con rischio di incolumità degli atleti e spettatori?”, si chiedono i consiglieri di centrodestra.

BURSOMANNO

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012  - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it