Ferragosto, vigilia di...Consiglio. L’opposizione insorge: “Tari, buco di 92mila€”

Il gruppo di minoranza “Volontà Popolare” affila le armi. Nel mirino sia la data che il merito dei provvedimenti all’ordine del giorno della prossima assise cittadina convocata a Palazzo di Città per le ore 10 di lunedì 14 agosto.

In agenda la salvaguardia degli equilibri di bilancio e la variazione di assestamento generale. Inoltre, la mozione presentata dal gruppo di minoranza di centrodestra sulla “rottamazione delle liti fiscali pendenti sui tributi e le tasse comunali”. Intanto, Volontà Popolare va all’attacco e ironizza parlando di un “regalo di ferragosto”. Il capogruppo Lino Guido e gli altri consiglieri Mariolina Pizzuto, Massimiliano Manca e Oreste Paladini puntano il dito contro l’amministrazione del sindaco Angelina Storino.

“ll teatrino delle giostrine è uno specchietto per le allodole, una cortina fumogena per nascondere il buco di bilancio di 92.000 euro sulla Tari, la tassa sui rifiuti. Avemmo apprezzato che la “sindaca” di Monteroni, con la stessa velocità, chiarezza e trasparenza con cui ha comunicato sui social l’impianto delle giostrine nel parco di via Gramsci, fosse stata altrettanto celere nel comunicare ai cittadini che, con la prossima delibera da approvare in consiglio comunale il 14 agosto, il revisore certifica un buco nei conti previsionali per la tassa sulla spazzatura di ben 92mila euro”, denunciano dall’opposizione.  

Un buco che “dovranno coprire i cittadini - contesta Volontà Popolare - con un aumento delle tariffe tra quest’anno ed il prossimo, che avevamo già preventivato in fase di approvazione delle tariffe Tari venendo derisi dai luminari del bilancio”. E sotto tiro finisce quindi anche l’assessore alla programmazione economica, Vincenzo Toma: “L’aumento - sostiene la minoranza - vanifica ovviamente la riduzione della Tari falsamente sbandierata a marzo dal “sindaco effettivo”, una pia illusione tornata indietro come un boomerang che andrà inesorabilmente a colpire i cittadini”.

E poi ancora: “Contestiamo la scarsa trasparenza nella comunicazione dell’amministrazione, per l’ennesima volta costretta a “correre” in consiglio comunale su diffida del Prefetto di Lecce. E vista l’inerzia e l’incapacità di programmare azioni di politica fiscale, l’augurio è che quantomeno questa maggioranza, come è già successo per la precedente rottamazione varata all’unanimità, approvi la delibera proposta dal nostro gruppo - affermano i consiglieri di Vp - per abbattere il carico fiscale ai cittadini attraverso la sanatoria delle liti pendenti per tutte le tasse comunali”.  

Poi, l’attenzione della minoranza di centrodestra torna sul parco di via Gramsci, un’area verde da tempo in stato di abbandono e degrado e ora in fase di riqualificazione. I consiglieri di Volontà Popolare si dicono “contenti delle nuove giostrine anche perché - sostengono - si da seguito ad una programmazione della precedente amministrazione che aveva stanziato i fondi per metterle in tutti i plessi scolastici, programmazione prima stralciata dall’attuale maggioranza, costretta poi a tornare indietro sui propri passi. Ma furbescamente - secondo il gruppo dell’ex sindaco Guido - è meglio incantare la gente con le foto di giostrine. È meglio che un consiglio comunale, in cui si devono certificare i propri errori e comunicare un aumento delle tasse, si tenga il 14 agosto quando la gente è al mare. La filosofia politica del “panem et circenses” che l’amministrazione intende portare avanti è lontana dai bisogni dei monteronesi: la nostra opposizione sarà durissima”. 

 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it