Scritta sull’ex bar del parco Adamantino: “Siamo i boss di Monteroni”. La sindaca va ai carabinieri

Imbrattano un immobile appena ristrutturato, negli anni scorsi adibito a chiosco-bar, che sorge nel parco Adamantino di Monteroni, di fronte alla chiesa del Sacro Cuore. E la sindaca denuncia il fatto ai carabinieri.

Anche perché non si tratta solo di aver insozzato con la vernice spray un edificio comunale, abbandonato da anni e già più volte vandalizzato in passato, da poco rimesso a nuovo. C’è anche di più. Gli autori della bravata hanno scritto una frase che suona come un’ostentazione di prepotenza: “Siamo i boss di Monteroni”. Una sbruffonata (tanto per i modi quanto per le parole vergate) che dovrebbe far riflettere. La sindaca di Monteroni Angelina Storino parla di “bulli che si esaltano per imprese meschine” e di “cittadini indegni di una sana comunità che vogliono condannare al degrado”“Scambiano la sventatezza per coraggio e si sentono grandi per un gesto infimo e vigliacco che deturpa un luogo che appartiene a loro stessi. Dobbiamo sentirci tutti responsabili e agire fattivamente contro l’ignoranza. Andremo dai carabinieri”, annuncia il primo cittadino.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it