Edoardo e la battaglia contro la leucemia, anche i Boomdabash cantano per lui

Edoardo, un ragazzo di 25 anni di Monteroni, sta combattendo contro la leucemia. E in questa battaglia non è solo. Nei giorni scorsi, tra i tanti incoraggiamenti ricevuti, c’è quello arrivato dai Boomdabash tramite un un video di Payà, cantante del gruppo.   

Edoardo Pellegrino frequenta le corsie d’ospedale da due anni e ricorda bene quel giorno che gli ha cambiato la vita. Da quella sera di fine dicembre 2017, in un reparto del Polo Oncologico, Edoardo e la sua famiglia hanno iniziato a lottare, dopo il responso dei medici, che gli avevano diagnosticato quella brutta malattia qual è la leucemia.

Il giovane ragazzo lotta con tutte le sue forze, dopo cicli di chemioterapia e il trapianto di midollo, donato dal fratello, nell’estate dello scorso anno. Quella “bastarda” - come la definisce Edoardo - è però ritornata dopo 13 mesi. La leucemia è tornata a spaventare quel ragazzo, che è pronto a tutto per sconfiggerla. Ed Edoardo non combatte solo per sé stesso. Infatti, oltre che per la famiglia e la sua fidanzata, ci mette tutta la sua voglia di vivere anche per Marco, il ragazzo 24enne di Arnesano scomparso proprio alcune settimane. Marco ed Edoardo erano diventati amici anche perché condividevano la stessa maledetta malattia. È anche a Marco, quindi, che ha promesso di sconfiggerla.

Una nuova speranza intanto si è concretizzata e si chiama Car-t - Chimeric Antigen Receptor T-cell-, nuova arma contro la leucemia. Edoardo si trova ora a Roma, al Bambino Gesù, dal dottor Franco Locatelli, luminare della terapia cellulare e genica del Dipartimento di oncoematologia pediatrica. È una cura nuova e innovativa, un’alternativa che dona speranza a Edoardo e a tutti quelli affetti da leucemia. Edoardo ha il viso di un ragazzino ma un animo forte, non è mai solo, accompagnato da familiari e dalla sua ragazza, che non lo ha abbandonato un giorno, da quel dicembre 2017. Ora dovrà lottare ancora di più, per sconfiggere definitivamente questo brutto e sgradito ospite.

Non lo lascia solo nemmeno la sua comunità, che si stringe attorno al ragazzo ed alla famiglia, speranzosa che tutto vada per il meglio. È di alcune ore fa il post di incoraggiamento della sindaca Angelina Storino che ha interpretato i sentimenti di una comunità intera.

La speranza è che la guarigione definitiva arrivi presto. Nella lotta contro la “bastarda”, Edoardo ha alsuo fianco la sua famiglia, i suoi amici, la sua comunità. E ora fanno il tifo per lui anche i Boomdabash.

Boomdabash grazieee♥️♥️???

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it