Il dispiacere di papà Pellé: nel gesto di Graziano solo adrenalina

Tutta la comprensione di un padre per il gesto imprudente del figlio che, sostituito da Ventura al 60' di Italia-Spagna, ha rifiutato di stringere la mano al ct. Il commento di papà Roberto non si fa attendere

e, a poche ore dalla decisione della Figc di escludere Graziano Pellè dalla “missione” in Macedonia per la terza gara delle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, ha rilasciato alcune dichiarazioni all'Agenzia di stampa Agi. "Mi dispiace, perchè con queste piccole cose sta macchiando un'immagine di ragazzo pulito e perfetto – ha detto Roberto Pellè -. E posso tranquillamente dire che lui non ci ha messo neppure un pizzico di cattiveria. Graziano ha lottato su tutti i palloni, ha rischiato il giallo, quindi, io sono soddisfatto della sua prestazione. È chiaro che qualsiasi giocatore normale, di carattere, vuole giocare sempre. Quanto alla decisione di escluderlo dai convocati per la partita contro la Macedonia, non entro nel merito. È una scelta che deve essere rispettata". Solo attaccamento alla maglia, dunque, secondo il parere del papà e non certo un attacco diretto allo staff tecnico: “chi come me ha giocato a calcio sa che l'adrenalina puo' fare brutti scherzi”. I calciatori che si comportano così – ha concluso il padre del calciatore - non saranno modelli di vita, ma in quella reazione io ci vedo anche una grande voglia di giocare per onorare la maglia”.

Anche sui social, a Monteroni, si fa largo l'argomento con qualche punta di polemica. Ed è entrata nel merito pure Fabiana Pellè, la sorella del bomber monteronese, la quale, sulla stessa lunghezza d'onda del papà, rispondendo a chi chiedeva più umiltà al calciatore, ha scritto: “Solo chi veramente lo conosce (Graziano ndr) può confermare che la voglia, la foga di voler e di dover fare bene gli ha giocato un brutto scherzo! Chi lo conosce sa che l'umiltà, il giudizio, l'educazione, la dedizione per il suo lavoro sono doti che gli appartengono abbondantemente!”. Poi ha aggiunto: “che non sia stato di buon esempio in quanto personaggio pubblico sono d accordo, è per questo che sono certa che la voglia di 'dover dimostrare' gli ha giocato un brutto scherzo!”.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it