Ping-pong tra Pizzuto e Martino. L'ex assessore: nulla di personale solo senso civico

Ma quale allargamento dei servizi? Semmai il contrario”: arriva la risposta della consigliera di minoranza Mariolina Pizzuto sulle ultime dichiarazioni del vicesindaco e responsabile della delega ai servizi sociali Sonia Martino.

Ping-pong di accuse verbali tra il vicesindaco Sonia Martino ed il consigliere di minoranza Mariolina Pizzuto. Nel mirino le questioni legate alle politiche sociali, di cui il numero due della giunta comunale è anche responsabile. La scintilla è scattata qualche settimana fa per opera della consigliera Pizzuto (ex assessore con delega ai servizi sociali) protagonista per aver denunciato un “bilancio ben lontano dalle promesse fatte in campagna elettorale”. Lamentando inoltre lamancanza di rispetto nei confronti delle persone più bisognoseper via soprattutto del taglio sul trasporto scolastico per i disabili. Nei giorni scorsi è quindi arrivata la replica del vicesindaco Martino che smentiva le accuse ed affermava:La situazione economica è difficile – ribadiva Martino - ma il Comune di Monteroni non arretra sul fronte delle Politiche Sociali così come qualcuno asserisce. Procederemo a breve all’affidamento del servizio di trasporto disabili presso le scuole del territorio, strutture riabilitative, strutture socio-sanitarie e centri diurni ma con un allargamento e differenziazione delle prestazioni rispetto al passato”.

Ed a ciò si aggiungono quindi le ultime dichiarazioni di Pizzuto:Sorprende il nervosismo e la tempestività con cui l’assessore Martino ha invano cercato di replicare alle mie documentate osservazioni sul mal funzionamento di alcuni servizi essenziali per fasce deboli della nostra cittadinanza. A dimostrazione che da consigliera di minoranza sto svolgendo nel migliore dei modi il mio compito”.

Poi la risposta sul trasporto scolastico per disabili:Sulla base di quanto riferito dall’assessore Martino - afferma Pizzuto - si dovrebbe procedere 'a breve' all’affidamento del servizio di trasporto disabili presso le scuole del territorio, strutture riabilitative, strutture socio-sanitarie. Considerato che siamo nel mese di maggio e che le scuole termineranno tra poche settimane sarebbe stato più corretto ed onesto dire che il servizio di trasporto disabili non è partito ed in virtù di ciò sarebbe più ragionevole concludere che esistono poche possibilità che il servizio di trasporto possa più partire”.

Ed ancora: “Nè può essere una valida giustificazione – continua Pizzuto - l’aver aspettato per un fantomatico 'allargamento e differenziazione delle prestazioni a differenza del passato' per far fronte ad esigenze diverse che provengono dal territorio quali trasporto, accompagnamento, consegna farmaci, alimenti speciali, dal momento che anche durante il mio periodo di permanenza in assessorato questi servizi sono stati regolarmente garantiti all’interno del territorio alle categorie più deboli e bisognose. La gente ha bisogno di risposte concrete: quando partirà il servizio di trasporto disabili preferibilmente dando date certe? Come fate a parlare di differenziazione se non siete stati nemmeno in grado di far partire il servizio di trasporto disabili da settembre?”

La consigliera smentisce inoltre le dichiarazioni del vicesindaco Martino, che aveva rassicurato la cittadinanza “sull’aumento delle misure di sostegno alle famiglie con minori (buoni sport,le attività di psico-motricità e buoni spesa) tese ad offrire migliori opportunità per fronteggiare il disagio socioeconomico e favorire pari opportunità”. Secondo quanto riportato dall’ex assessore, invece, non sembrerebbe proprio così: “invito tutti i cittadini ad osservare il bilancio (capitolo 14570) – afferma Pizzuto - dove si può constatare che ci sia stata una diminuzione delle somme costatate e non un aumento”.

E sulle pari opportunità: “In questo ambito – continua la consigliera - nulla è stato prodotto da un’amministrazione che invece di promuovere l’impegno in politica delle donne le ha penalizzate con la riduzione in giunta delle presenze femminili. Non sono stati avviati progetti e documenti che possano attestare un’attenzione particolare di questa amministrazione nell’ambito delle pari opportunità e tutto ciò è ancor più grave perché si tratta di una consiliatura presieduta nelle figure apicali da donne come mai successo in precedenza

Infine, la consigliera d’opposizione del gruppo “Volontà Popolare” conclude così: “È paradossale - afferma Pizzuto - che l’assessore Sonia Martino abbia dichiarato di essere onorata di far parte di una giunta comunale presidiata da una sindaca che, cinque giorni prima, ha firmato un documento dove si metteva nero su bianco che l'amministrazione Storino dovrebbe fare un ulteriore sforzo operativo per avviare un minimo di rispetto del programma elettorale. Smentisco infine categoricamente che queste critiche abbiano nulla di personale: da consigliera di minoranza, da mamma e da donna, mi auguro che tutto questo serva a scuotere gli animi dormienti di chi avrebbe dovuto operare con la dovuta sensibilità e concretezza, ma soprattutto tempestività, in un settore come quello dei servizi sociali dove bisogni di chi ci chiede aiuto non possono aspettare insensate ed ingiustificate attese”.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it