Ennesimo furto a San Fili: sacrestia a soqquadro, rubate due macchinette del caffè

Ennesimo furto ai danni del santuario della Madonna di San Fili. La chiesa che sorge alla periferia di Monteroni, già colpita più volte nel corso degli ultimi anni, è finita ancora una volta nel mirino dei ladri.

L'ultimo episodio risale alla notte tra sabato e domenica. Trafugate due macchinette del caffè che si trovavano nella sacrestia. L’assalto è stato scoperto domenica mattina presto: i ladri sono entrati in azione con tutta probabilità nel corso della notte. Sabato sera, infatti, nel santuario mariano è stata celebrata la consueta messa vespertina.

Gli autori del raid si sono intrufolati negli ambienti della chiesa scassinando la serratura e mandando in frantumi la vetrata della porta d'ingresso dell'antica cappella laterale. I malviventi si sono diretti nei locali della sacrestia ed hanno scardinando gli armadi e le cassette delle offerte custodite all'interno, che tuttavia erano vuote.

I ladri hanno quindi messo a soqquadro i locali adiacenti alla rettoria rovesciando per terra libri e suppellettili. Alla fine hanno trafugato  due macchinette del caffè espresso utilizzate dai volontari che curano le gestione del santuario. I danni dovuti alle effrazioni superano il valore della refurtiva.

E si tratta dell'ennesimo "colpo" compiuto ai danni del Santuario di San Fili: un'incursione in un luogo sacro - molto caro ai monteronesi - che desta ancora una volta indignazione. Il furto intanto è stato denunciato ai carabinieri della stazione di Monteroni.

 

 

 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it