Ruba in casa del padre, ma poi si pente: monteronese 36enne si autodenuncia

Aveva asportato e poi rivenduto gli infissi dell’abitazione del proprio genitore. Nel giro di mezza giornata, però, è tornato sui suoi passi ed ha deciso di confessare il furto. Protagonista di questa vicenda un giovane di Monteroni, di 36 anni, già noto alle forze dell’ordine

Giovedì pomeriggio, il monteronese si è presentato negli uffici della Questura di Lecce per assumersi la responsabilità di quanto accaduto, autodenunciandosi come autore del furto che quella mattina (poche ore prima) aveva perpetrato lui stesso presso l’abitazione di suo padre. 

Aveva smontato e trafugato gli infissi di casa per poi rivenderli ad una ditta di materiale ferroso della provincia e racimolare così un po’ di spiccioli.

Nel giro di poco, i poliziotti hanno proceduto con le dovute verifiche, appurando la veridicità del racconto: si sono infatti recati presso l’azienda in questione insieme alla vittima del furto, che ha riconosciuto i profilati di sua proprietà, ed hanno inoltre ascoltato i titolari dell’impresa. Il papà ha quindi sporto denuncia per furto aggravato nei confronti del figlio. Gli infissi sono stati poi restituiti al legittimo proprietario.

 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it