Massimiliano Lorenzo

Dopo il finanziamento per le misure inerenti la Rigenerazione urbana, entra nel vivo la fase progettuale: opere per circa un milione e mezzo di euro che coinvolgono anche Carmiano e Arnesano, oltre che Monteroni. 

Al laboratorio urbano di Monteroni riprende la seconda edizione del “Filo di Eva”, un percorso di informazione e sensibilizzazione su tematiche di genere.

Si svolgerà in via Lopez 7, al laboratorio urbano “Hopera Space”, un interessante evento. Numerosi gli esperti che interverranno.

Dopo gli attacchi subiti sulla presunta censura in consiglio comunale, l’amministrazione finisce nel mirino anche per le sanzioni comminate agli automobilisti, attraverso l’utilizzo dello strumento “Targa system”. Ed è la nuova formazione “UniAmo Monteroni” a puntare il dito contro quella che viene bollata come “l’inadeguatezza amministrativa della giunta”.

Le opposizioni gridano al “bavaglio e alla censura” per la gestione del dibattito del consiglio comunale che ha respinto la sfiducia nei confronti del sindaco Angelina Storino.

Il consiglio comunale di Monteroni, che si è svolto martedì pomeriggio, ha rigettato la mozione di sfiducia presentata dall’opposizione nei confronti della sindaca Angelina Storino: 9 contrari, tra cui il voto dello stesso primo cittadino, 7 favorevoli (i consiglieri firmatari: Volontà Popolare, Città attiva e Gruppo misto) e un astenuto (Tiziana Lezzi).   

Lo hanno abbandonato in aperta campagna, tra Monteroni e San Pietro in Lama, in zona “Masseria nuova”, con le zampe legate da un filo di ferro e in balia di possibili predatori. Una vicenda che mette in luce ancora una volta la bestialità di cui può essere capace il genere umano. Ma fortunatamente il povero agnello è stato messo in salvo.

Nei giorni del Festival di Sanremo, oltre alla musica, il Teatro Ariston ha dato spazio anche alla battaglia di civiltà contro il femminicidio. A sfilare la modella monteronese Beatrice Saponaro.

Dopo critiche e attacchi, anche da parte dei cittadini, il governo del Comune di Monteroni è riuscito a trovare i fondi necessari al ripristino di alcuni tratti stradali, che insistono sul suo territorio.

La sentenza di primo grado ha dato ragione ad un cittadino di Monteroni, ingannato nell’acquisto dello storico Bar Commercio di Lecce. L’uomo si è costituito parte civile. I fatti risalgono al 2011 e gli attuali gestori sono estranei alla vicenda.

Dopo la loro approvazione e via libera per legge, di reddito e pensione di cittadinanza, come di quota 100, se ne discuterà giovedì 31 gennaio, dalle ore 17.30, nella sala riunioni “Hopera Space”, in un evento organizzato dalla sede zonale locale del Patronato ENASC e dal Centro di Assistenza Fiscale UNSIC.

Pagina 8 di 16

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it