Sit-in biometano: sassolini contro la Provincia, denunciato 17enne

Denuncia a piede libero per un 17enne che ha preso parte al sit-in dello scorso 5 maggio, che si è tenuto a Lecce, ai piedi del Palazzo della Provincia di via Botti: una protesta organizzata contro la realizzazione a Monteroni del famigerato impianto di digestione anaerobica della frazione umida dei rifiuti per la produzione di biometano.

Un presidio pacifico che è andato in scena durante i lavori della Conferenza dei servizi, la riunione degli enti preposti al rilascio dell’autorizzazione che ha poi di fatto bocciato il progetto.
Il ragazzo, però, è finito nei guai per un comportamento improprio assunto durante la manifestazione.
Dopo alcuni accertamenti, infatti, la Divisione Anticrimine della Questura di Lecce ha denunciato in stato di libertà il minore in questione. Il 17enne, originario di Lecce, è accusato di “porto abusivo di oggetti atti ad offendere”. Secondo la ricostruzione degli agenti di Polizia che erano in servizio di ordine pubblico presso la Provincia, il ragazzo era armato di fionda. E con questa avrebbe scagliato sassolini contro i vetri delle finestre dell’edificio, incurante dei numerosi inviti e richiami a desistere dall’intento da parte delle Forze dell’ordine presenti. Un episodio che gli è costato una denuncia.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it