Elezioni forensi, Quarta Rizzato unico avvocato monteronese in corsa per il consiglio dell’Ordine

L’unica toga monteronese in lizza per un seggio nel nuovo consiglio dell’Ordine degli avvocati di Lecce risponde al nome di Angelo Quarta Rizzato, avvocato matrimonialista patrocinante innanzi ai tribunali ecclesiastici, cultore di diritto canonico ed ecclesiastico presso l’Università del Salento.

Quarta Rizzato è uno dei 55 legali in campo per il rinnovo del governo dell’Ordine forense. Le elezioni sono in programma l’8 e il 9 maggio prossimi. Saranno chiamati al voto i cinquemila avvocati salentini.

Non sono contemplate le liste, ma solo candidature individuali. Tuttavia, gli avvocati che sono scesi in campo sono riconducibili a quattro diverse “compagini”.

Quarta Rizzato fa parte del gruppo di avvocati che ha deciso di aggregarsi sotto il motto “Alleanza per l’Avvocatura Salentina”, un patto elettorale e programmatico che mette insieme Alleanza per l’Avvocatura Salentina ed Avvocatura di Base.

Una formazione che punta alla discontinuità. Non a caso, la nuova aggregazione riconosce immediatamente applicabile il principio di diritto e di pluralismo democratico della “ineleggibilità-incandidabilità nei confronti di chi abbia svolto le funzioni di consigliere per due mandati consecutivi, secondo i pregevoli insegnamenti argomentativi delle Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione - afferma una nota del gruppo - fissati nella nota sentenza del 19 dicembre 2018, valida e pienamente efficace in tutti i circondari, e comunque cristallizzata nella nota Legge n. 12/2019”. Una questione, quella sull’applicazione del limite del doppio mandato, che tra polemiche e accuse tiene banco ormai da mesi, soprattutto nell’avvocatura leccese.

Alleanza per l’Avvocatura Salentina e Avvocatura di Base propongono al Foro salentino “un’opzione elettorale diversa e credibile per il nuovo governo dell’Ordine di Lecce; lo fa avendo a cura i problemi reali e quotidiani degli avvocati, vissuti dagli stessi candidati nell’esercizio, per loro abituale, professione forense”, spiega il gruppo di legali.

La proposta di “Alleanza per l’Avvocatura Salentina” e di Avvocatura di Base “rifugge ogni forma di individualismo ed autoreferenzialismo, esasperato e deteriore, che porta alla distorsione della voluntas legis e che fa giungere la Suprema Corte di Cassazione addirittura a parlare di sclerotizzazione degli ordini rappresentativi, producendo null’altro che danni all’Avvocatura”.

Il programma elettorale che recepirà diverse idee già diffuse da Avvocatura di Base e si fonda sulla libertà, indipendenza ed autonomia dell’avvocatura.   

Insieme al monteronese Angelo Quarta Rizzato, fanno parte di “Alleanza per l’Avvocatura Salentina” anche altri dieci avvocati in corsa per le elezioni forensi: Giovanna Accogli, Gian Gaetano Caiaffa, Gabriele Ciardo, Salvatore Donadei, Carmenrita Lagioia, Luigi Renna, Patrizia Russo, Maria Scardia (detta Virginia), Antonio Sergi, Germana Spedicato.

 

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it