“Io penso rock” per educare le emozioni. I ragazzi del Polo 2 narrano l'adolescenza

“Io penso rock”: al via l’evento promosso dall’Istituto Comprensivo 2 Polo V. Bodini di Monteroni. Appuntamento a venerdì 21 luglio alle ore 20 presso le sale di Hopera Space per una serata ricca di contenuti.

“Narrazioni di Adolescienziati – Io Penso Rock”: i ragazzi di terza media dell'Istituto Comprensivo "V Bodini", presentano ufficialmente la “prima” dei cortometraggi di cui sono autori e protagonisti. Un pretesto per creare una serata all’insegna del divertimento e della riflessione. Anna Cappello, Andrea Pezzuto Giorgia Guido, Ludovica Quarta, Syria Leucci, Lorenzo Quarta, Emanuele Bisconti, Isabella Centonze, Angelo Vantaggiato, Marco Ligorio sono nomi i  degli alunni che, venerdì 21 luglio, forniranno ai loro coetanei alcuni consigli di gestione dei problemi emozionali. E tutto attraverso la proiezione di quattro “social corti” diretti da Leonzio Colonna.

Ampio spazio sarà poi dato agli interventi di don Raffaele Bruno presidente regionale di “Libera – contro le mafie”, di Oronzo Greco, docente di Psichiatria dell’Università del Salento, e di Andrea Bortone, psicopedagogista, responsabile dello sportello ascolto. Con la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni e con lo scrittore Antonio Margiotta e con  Matteo De Luca, membro dell’osservatorio per il disagio adolescenziale. “I fatti di cronaca delle ultime settimane – spiega Bortone -  ci informano di un malessere adolescenziale crescente. Molti gli SOS lanciati dai Pediatri, dalla comunità scientifica psicopedagogica e dalla direttrice dell'Asl Le/1, dott.ssa Silvana Melli. La quale, in una recente nota, sprona gli istituti scolastici ad attivare gli Sportelli Ascolto per la gestione delle problematiche adolescenziali. È necessario orientare gli adolescenti alla conoscenza del proprio mondo interiore e dei propri schemi cognitivi responsabili di malesseri, per migliorare le strategie di regolazione emozionale e la tolleranza emotiva, scongiurando la strutturazione di un disagio vero e proprio, di cui, il fenomeno Blu Wale, il Bullismo, ecc, ne sono solo il simbolo. Dai dati dello Sportello Ascolto emerge un investimento emotivo ed affettivo disfunzionale e spropositato nelle relazioni: i pari non sono più compagni ma giudici di popolarità, ricercati per riempire carenze di autostima, con la strutturazione di relazioni di co-dipendenza affettiva”.

Ed a ciò si aggiungono anche le dichiarazioni della dirigente scolastica Lory Natale: “La nostra idea di scuola - afferma la dirigente - è quella di garantire l’accrescimento delle conoscenze curriculari, ma anche dei valori morali e delle competenze sociali, affinché l’alunno di oggi sia l’uomo psicologicamente 'risolto' di domani. In quest’ottica, abbiamo inserito nell'offerta formativa, il servizio di Sportello Ascolto ed il laboratorio di Educazione Emotiva. Gli alunni hanno partecipato attivamente, producendo elaborati finali discussi in sede d'esame, il cui alto contenuto formativo si riflette nei cortometraggi che saranno presentati durante l'evento 'Io Penso Rock'”.

boortone

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it