Piccoli musicisti crescono. Ecco i vincitori del concorso “Note per una Stella” in ricordo di Alessia

In occasione della presentazione del secondo volume “La mia strada sulle ali di un sogno - L’ambiente bene comune” (Edizioni Esperidi) promosso dall’Associazione monteronese “Alessia Pallara”,

sostenuto dalla Confraternita “Maria SS. Assunta” e patrocinato dal Comune di Monteroni di Lecce, sono stati presentati i tre brani musicali che hanno conseguito un riconoscimento al Concorso Nazionale di Composizione “Note per una Stella”. Tale competizione è stata promossa e organizzata dall’Istituto Comprensivo “Elisa Springer” di Surbo in collaborazione con l’Associazione “Alessia Pallara” al fine di contribuire alla costruzione di un repertorio originale di musica per formazioni cameristiche e per orchestra scolastica e di valorizzare le Scuole di Composizioni presenti sul territorio.

Quest’anno il primo premio è stato assegnato a Mattia Greco con il brano “Saremo per sempre” per flauto e pianoforte tratto dalla poesia di Lavinia Budrica (classe III A – Ist. C. St. “Elisa Spinger”, Surbo) pubblicata nel volume dello scorso anno “La mia strada sulle ali di un sogno”.

Lo stile raccolto e suggestivo del brano ha catturato immediatamente il pubblico e l’intervento discreto e preciso del flauto (Gianfranco Saponaro) ha illuminato il percorso armonico del compositore; la parte del pianoforte (Giuseppe Gigante), ricca di cellule ritmico – melodiche accattivanti ma molto controllate dinamicamente e armonicamente, ha offerto un significativo sostegno al progetto di Greco.

Il secondo premio è stato aggiudicato a Giancarlo Perrone con il brano “Pensiero notturno” per sassofono contralto e pianoforte; il lavoro musicale si è sviluppato sul testo di Gabriele Peluso (“La mia strada sulle ali di un sogno” – classe III B – Ist. C. St. indirizzo musicale Polo I, Leverano).

Il colore del sassofono è ben presente e incisivo su un tappeto armonico delineato dal pianoforte; il suo suono avvolge completamente l’ascoltatore e lo trascina in percorso colorato in cui spesso emerge il blu. Quest’ultima tinta è il vero e indispensabile ingrediente che fa lievitare il brano di Perrone. Emanuele Serinelli, invece, si è aggiudicato il terzo premio con il brano “Essere se stessi” per voce recitante (Ludovica Casilli) e pianoforte; il testo è stato tratto, sempre dal concorso di poesia dello scorso anno, dall’omonima poesia di Riccardo Rizzo (classe IV C Primaria – Ist. C. St. Polo I, Monteroni). Serinelli ha dato vita alle parole, ben declamate e precise della Casilli, con intensi dialoghi tra voce e pianoforte e ombreggiature sonore dovute alle ricercate e accattivanti armonie legate, a loro volta, all’itinerario melodico e intrecciate con quello testuale.

L’intervento del maestro Giuseppe Gigante, docente di Composizione del Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce, è servito ad esortare gli organizzatori a favorire tale indispensabile confronto tra parole e suoni. Non si è fatta attendere la risposta della Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Elisa Springer” di Surbo e del Primo Polo di Monteroni, prof.ssa Maria Rosaria Manca, la quale, convinta sostenitrice dell’efficacia del linguaggio musicale, ha immediatamente ribadito che il Concorso Nazionale di Composizione “Note per una Stella” dovrà crescere e ampliare i suoi confini territoriali.

BURSOMANNO

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012  - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it