Ori e successi in tutta Italia per Francesco Sales. Tiro a volo: “Una passione sbocciata per caso”

Francesco Sales, imprenditore 50enne di Monteroni, è un professionista del tiro a volo di seconda categoria a livello nazionale. La sua passione, iniziata per caso e coltivata negli anni, gli ha fatto vincere riconoscimenti di altissimo prestigio. Cerchiamo di scoprire i segreti dei suoi successi.

Tanto allenamento e sangue freddo”, afferma Sales. Il tiro a volo si classifica sicuramente tra le specialità Olimpiche più difficili ed interessanti al mondo. Colpire il bersaglio in aria con un’arma da fuoco richiede delle particolari doti innate associate ad un occhio bionico. Sales negli anni ha dimostrato di possedere questi attributi ed a testimonianza di ciò si aggiunge il suo palmares ricco di trionfi.

Ed il tutto potrebbe sembrare surreale se si prende in considerazione come nasce la sua avventura: “Premetto che mi è sempre piaciuta questa specialità - spiega Sales - ma la passione vera e propria è sbocciata quasi per caso. Circa 10 anni fa, i miei amici del circolo ”Caccia e Pesca” di Monteroni mi invitarono ad una gara di tiro a volo a squadre ed io accettai senza esitare, perché l’idea mi interessava parecchio. Non fu una grandissima giornata. Presi solo un piattello su venticinque. Ma da lì in poi è stato un continuo crescendo”.

Tesserato con la ”Asd San Donaci”, il tiratore monteronese ha infatti inanellato podi e medaglie a suon di prestazioni maiuscole. La stagione 2015 è stata sicuramente quella da non dimenticare, nella quale sono giunti i trofei più ambiziosi: a marzo, argento al Sant’Uberto di Manoppello (Pescara) in occasione del Gran Premio di Fossa Olimpica delle Forze Armate; a maggio, Oro al Campionato Italiano Forze Armate presso Umbriaverde di Massa Martana (Perugia) specialità Fossa Olimpica; a luglio, l’argento ai campionati italiani individuali di fossa universale, in Molise; a ottobre secondo posto anche ai campionati italiani struttura federale ( specialità Double Trap) di Roma; quindi il bronzo ottenuto a settembre, a Nettuno, nel double trap. Infine, i due ori (entrambi nella categoria personale civile) vinti da Sales (ex militare dell’Esercito) ai campionati italiani individuali interforze (aperti agli appartenenti o ex appartenenti dei Corpi dello Stato) che si aggiungono al gradino più alto del podio del double trap nella competizione che si è svolta ad ottobre nel porto di Taranto, a bordo del cacciatorpediniere “Mimbelli” della Marina Militare.

Il 2016 si è aperto poi sull’onda lunga dei successi dell’anno passato, con la vittoria del campionato regionale di seconda categoria a Gioia del Colle (122 atleti in gara). Gli ultimi trionfi più recenti, invece, sono quattro: il secondo posto al Campionato Italiano Forze armata a Torricella (Taranto) il 26 giugno (specialità Fossa Universale); il secondo posto al Campionato Italiano a Ponso (Padova) il 3 luglio (specialità Double Trap); il primo posto ad ottobre nella Coppa delle Regioni del double trap a squadre presso il TAV Sant’ Uberto di Manoppello (Pescara), dove Sales insieme ad altri 5 tiratori ha rappresentato la Puglia fregiandosi del Titolo di Campione Italiano 2016. Cinque giorno dopo, il secondo piazzamento nel Trofeo Associazioni Nazionali sulla nave “Andrea Doria”.

Sono veramente soddisfatto - commenta Francesco Sales - dei risultati ottenuti sino ad ora. Il tiro a volo è uno sport che ha molto di psicologico. Bisogna mantenersi cauti ed attenti sino all’ultimo bersaglio. A volte perdi la concentrazione perché sei troppo rilassato o colpisci con sufficienza perché sei troppo teso. Ai massimi livelli paghi anche il minimo errore”.

Per il tiratore monteronese, inoltre, il tiro al volo è stato anche l’occasione per fare delle belle conoscenze. “Ho trovato un gruppo di amici veramente fantastico, da quando mi sono avvicinato a questo sport. Nella competizione siamo duri avversari e su questo non ci piove. Ma fuori dal cerchio di battaglia condividiamo tantissime cose, siamo una vera e propria famiglia. Nasce dal nulla - racconta Sales - un’amicizia con dei ragazzi bravi, umili e famosi a livello mondiale. Io ho avuto l’onore di ospitare il campione del mondo Davide Gasperini, la medaglia Olimpica di Rio 2016 Marco Innocenti, e di chiacchierare con il campione olimpico Johnny Pellielo. Ho conosciuto Francesco D’Aniello, oro olimpico a Pechino nel 2008 e Mirco Cenci, CT della Nazionale di Double Trap.

Un sogno, il suo, che si sta realizzando a suon di successi. E non finisce qui. In vista del 2017, Francesco Sales è già pronto per la prossima competizione di seconda categoria e non vede l’ora di arricchire il medagliere che gelosamente custodisce.  


Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it