Il sindaco Storino fa un bilancio ed annuncia il 2018: "tanti progetti in cantiere"

Le parole augurali del sindaco per il nuovo anno: “Ho accettato la candidatura a sindaco per un senso di responsabilità. Ci aspettano tanti progetti per il 2018”.

Arriva il discorso di fine anno del sindaco Angelina Storino per i cittadini di Monteroni. Un lungo testo per fare un bilancio dei risultati ottenuti nel 2017 ed anticipare i progetti in cantiere per il 2018: “Quanto realizzato in questa prima parte del mandato è sicuramente frutto dell’impegno – afferma il primo cittadino - della dedizione, della passione civica che mi è sempre appartenuta. Abbiamo cercato di realizzare una città a misura di individuo: il rifacimento di alcune strade interne, rese pericolose dalle numerose buche; la realizzazione della rotatoria nei pressi del Campo sportivo comunale che ha visto tanti incidenti nel passato; quella del parco in via Gramsci, intitolato al compianto Marco Bisconti, ora luogo sicuro, frequentatissimo dai bambini e dai loro genitori. Ed arricchito proprio in questi giorni da una “little free library”. Ne sono state create due: una nel parco Bisconti, l’altra nel parco scolastico di via Montello. Si tratta di mini biblioteche alle quali si può accedere liberamente prendendo uno o più dei libri presenti, lasciandone dei propri, cosicché ogni libro possa diventare non solo uno strumento di conoscenza ma anche filo che lega le persone, che tesse relazioni”.

E poi l’accenno ai progetti messi in cantiere, ancora in fase di realizzazione, come la rigenerazione urbana, la pista ciclabile, il recupero del Velodromo, gli impianti sportivi e la biblioteca comunale. Proprio la biblioteca “luogo di nutrimento della mente – continua Storino - dello spirito, in cui ognuno di noi deve essere sostenuto nel percorso di crescita personale per diventare una persona migliore, un cittadino attivo e responsabile, un costruttore di pace, bellezza e benessere. Per favorire tale crescita della nostra comunità, tante sono state le iniziative culturali realizzate con le scuole, le associazioni, l’università con un’attenzione particolare ai bambini, ai giovani, ai disabili, alle donne e alle famiglie. Stiamo affrontando con delicatezza e determinazione problemi scottanti quali la violenza, soprattutto sulle donne e sui bambini, il bullismo, l’emarginazione, con un dialogo continuo e rispettoso insieme ai soggetti sociali e le agenzie educative presenti sul territorio”.

E poi il dispiacere per l’aumento della TARI: “Sento di esprimere anche il mio rammarico – afferma il sindaco -  per l’aumento della TARI, deliberato dalla Giunta Comunale all’epoca in carica nell’agosto del 2014 con delibera n. 207. Avevo sperato di ridurla viste le enormi difficoltà economiche in cui versa la stragrande maggioranza delle famiglie, ma il mio desiderio di venire incontro ai cittadini, purtroppo si è scontrato con la dura necessità di rispettare le prescrizioni di legge e far quadrare i conti del bilancio comunale, sempre più impoverito dal taglio dei trasferimenti statali.”

Importante poi la chiosa sul ruolo che ha scelto di intraprendere per la comunità monteronese. Una sorta di ringraziamento per i cittadini che hanno deciso di darle fiducia: “Ho accettato la candidatura a sindaco – continua Storino - per un senso di responsabilità e la radicata convinzione che ognuno di noi è chiamato a dare il proprio contributo alla crescita del luogo dove vive, di entrare in relazione costruttiva con le persone che fanno parte della comunità che abita quel luogo. Non certo per realizzare ambizioni di affermazione personale o di ricoprire incarichi per la gestione del potere. Sono istanze che non mi appartengono, anzi, rispetto alle quali mi autodefinisco “analfabeta”. Sono sindaco con la stessa intensità, convinzione e dedizione con cui svolgo il mio lavoro di medico e con lo stesso amore, passione e spirito di appartenenza che provo nei confronti della mia famiglia”.

Infine: “Insieme possiamo costruire un mondo migliore in cui dimori la pace – conclude il sindaco - la solidarietà e il benessere, dove i più piccoli non siano privati della loro infanzia, dove vengano garantiti diritti come le cure, la scuola, la protezione. In questo momento il mio pensiero va anche ai nostri concittadini lontani, a chi è andato via alla ricerca di lavoro, per studiare o per trovare condizioni di vita migliori. A tutti loro giunga il mio pensiero più affettuoso, un augurio di pace, amore e prosperità e l’impegno, che auspico sia corale, ad essere parte attiva nel rimuovere le condizioni che li hanno costretti a lasciare la propria terra ed i propri affetti. Un pensiero affettuoso e ben augurante ai nostri fratelli colpiti dal terremoto, alle tante famiglie provate dalla perdita del lavoro, dal lutto. Da me e dall’amministrazione comunale, vi giungano i nostri più sentiti auguri di buon Natale e felice anno nuovo”.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it