Il vernacolo e gli “Scarpa pulita”: in scena una commedia di Rizzo

Appuntamento col teatro vernacolare, tra cultura, tradizione e divertimento, nel cuore del centro storico Monteroni.

Giovedì 11 agosto, alle 21, in piazza Falconieri, gli attori della compagnia teatrale monteronese “Scarpa pulita - Amici di Terenzio” porteranno in scena “Batti lu fierru quandu è cautu”, commedia brillante (due atti) in vernacolo locale di Salvatore Rizzo, che guiderà anche la regia. L’evento è promosso dal gruppo teatrale in collaborazione con l’amministrazione comunale.
Una compagnia ormai ben collaudata, nata nel 2008 da un gruppo di amici accomunati dalla passione per il teatro. E negli anni scorsi, dopo la prematura scomparsa di Terenzio Taurino, uno degli attori di punta, nel nome del gruppo “Scarpa pulita” (storico appellativo riferito ai monteronesi, popolo di ciabattini e di maestri artigiani) è stato aggiunto un doveroso omaggio alla memoria (“Amici di Terenzio”).
Una compagnia di veri attori di strada, che hanno avviato “una bella esperienza sia artistica che di amicizia con l’obiettivo - afferma il regista Rizzo - di portare sulla scena vicenda familiari ed esistenziali che rispecchiano momenti di vita quotidiana. E anche per questo le commedie sono interpretate rigorosamente in vernacolo locale con l’aggiunta di proverbi ed espressioni caratteristici della nostra terra, anche con il fine ultimo di contribuire alla salvaguardia del patrimonio linguistico dialettale che soprattutto nelle nuove generazioni tende a perdersi”.
Gli “Scarpa pulita - Amici di Terenzio” si sono già esibiti in numerosi comuni del Salento riscuotendo importanti successi. E nella serata dell’11 agosto il loro “prodotto” dell’anno 2016 (“Batti lu fierru quandu è cautu”) sbarcherà nel “salotto” di Monteroni. La compagnia, composta da un gruppo di 12/13 attori, porta in scena commedia inedite e scritte “su misura” dall’autore e regista Salvatore Rizzo.
Ecco gli attori che si esibiranno e i personaggi che interpreteranno: Tonino De Luca (Pascalinu), Giovanna Lorenzo (Ituccia), Giorgio Quarta (Ronzu), Francesca Favale (Filumena), Cesare Muia (Cicciu), Luciano Landolfo (Rocco), Francesco Manca (Cataninu), Daniela Guido (‘Ndata), Tiziana Mancarella (direttrice di banca e “Irina Quasinova”), Romualdo Petrelli (avvocato), mentre Maria Concetta Quarta sarà la suggeritrice. Una serata per divertirsi, sorridere e riflettere sui tanti insegnamenti che provengono dal teatro, sincera e pungente metafora della società e della vita.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it