Riccardo, il maestro-ragazzino: “laurea” in musica a 15 anni

Grandissima soddisfazione per il giovane monteronese Riccardo Rollo, che qualche giorno fa ha sostenuto l’esame finale del compimento superiore di trombone, “laureandosi” a soli 15 anni.

Il titolo, equipollente ad una laurea magistrale, è stato ampiamente meritato con una valutazione di 10 e lode. Il Conservatorio di Monopoli Nino Rota è il luogo dove è avvenuto il tutto e lo stesso posto dove il ragazzo ha conseguito gli studi durante questi 6 anni. “E’ veramente un sogno per me, ottenuto con sacrifici e dedizione. E’ il coronamento di un percorso che mi auguro porterà a fare nuove esperienze”, spiega il neo maestro Riccardo che volge poi lo sguardo al passato, quando fin da piccolo si appassionò alla musica.
Si può dire che la mia passione per la musica si è manifestata in tenera età. Mia madre racconta che già da bambino amavo ascoltare la banda nelle feste del paese. Mi affascinavano quei grossi strumenti con una forma particolare e chiedevo continuamente ai miei genitori di voler imparare a suonare uno di quelli. Mi accontentarono ed iniziai a frequentare l’associazione musicale Maria Santissima Ausiliatrice di Monteroni, dove ebbi la fortuna di conoscere il maestro Giuseppe Guida, docente di trombone al conservatorio di Monopoli, e mi approcciai al flicorno baritono. A 9 anni il mastro Guida, vedendo i miei progressi, suggerì ai miei genitori di presentare la domanda di ammissione per entrare in conservatorio, dove però lo strumento più affine al flicorno è il trombone. Da allora fu amore a prima vista”, aggiunge il giovane Rollo.
Per il musicista prodigio un percorso di sacrifici e rinunce. Non è stato facile infatti per Riccardo conciliare scuola e musica, considerando anche la distanza tra la sua casa ed il Conservatorio. “Ho dovuto rinunciare a molte cosa per amore della musica, privandomi dei divertimenti a cui sono soliti i ragazzi della mia età” spiega il neomaestro. La sua passione però è stata gratificata molto in questi anni, tanto da fargli vincere numerosi premi: nel 2010 il primo posto nel concorso internazionale “La Vallonea” a Tricase e due anni dopo a Gallipoli il gradino più alto del podio al “Quinto Festival di Musica Classica” esibendosi da solista. E sempre nella “città bella”, nel 2014, ha partecipato al “Primo Festival Internazionale di Musica Classica” ottenendo il primo posto. Nel 2015 sempre nel gallipolino, ha preso parte al “Festival di musica classica e jazz” come solista classificandosi nuovamente primo. Infine, il terzo premio “Trofeo San Lazzaro” consistente in una somma di denaro.
Tanti, insomma, i riconoscimenti ottenuti dal maestro Rollo in questi anni: una straordinari sequenza di successi considerando soprattutto l’età.
Lui però, come è normale che sia per un ragazzo così giovane, non vuole fermarsi qui. Il 23 Luglio, innanzitutto, terrà il suo primo concerto da solista al conservatorio di Monopoli. E’ il premio che il suo luogo di formazione di questi anni ha voluto riservargli, con la consapevolezza che questo sia soltanto un punto di partenza. Riccardo ha solo 15 anni. “E ho tanti sogni nel cassetto. Uno su tutti -  dice il maestro-ragazzino di Monteroni - è quello di poter suonare nelle grandi orchestre, e appena l’età me lo consentirà parteciperò alle audizioni”.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it