Confermata in secondo grado la pena di 7 anni di reclusione per omicidio stradale inflitta nei confronti del 35enne di Porto Cesareo, Andrea Scatigna,

Sette anni di reclusione in primo grado per il motociclista che la scorsa estate travolse e uccise il monteronese Venerio Caione, 62 anni. Si tratta della prima condanna nel Salento per un incidente contestato come “omicidio stradale”.

Un dolore composto, ma profondo. Spezzato soltanto da uno struggente battimani di addio. Si sono svolti nel pomeriggio i funerali di Venerio Caione, il 61enne di Monteroni che domenica sera è stato investito e ucciso da una moto a Torre Lapillo (leggi articolo).

BURSOMANNO

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012  - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it