Materassi e rifiuti, benvenuti nella zona industriale. I residenti invocano le fototrappole

Di tutto, di più. Spazzatura, bottiglie di vetro, plastiche, arredi, finanche materassi. Anche la nascente zona industriale di Monteroni non viene risparmiata dall’abbandono selvaggio e illegali di rifiuti.

Dai bustoni di immondizia a ridosso degli ulivi agli ingombranti nascosti nell’erba. Una pessima cartolina che riguarda l’area che sorge alla periferia del paese, in contrada Pinco Centonze.

Intanto, i residenti invocano l’attivazione delle fototrappole per stanare e colpire gli incivili. “Ci sono cittadini, o meglio sporcaccioni, che dimostrano di non volersi impegnare a differenziare i rifiuti. Ed hanno scelto le campagne come pattumiera. Soprattutto l’area Pip sta diventando sempre più una discarica a cielo aperto. La spazzatura aumenta di giorno in giorno”, accusa Giovanni Grasso, uno degli abitanti della zona. “L’introduzione delle fototrappole anche in questo luogo potrebbe dare i risultati che si registrano in altri comuni. L’amministrazione usi il pugno di ferro contro chi deturpa e inquina”, affermano i residenti.

;

videoyoutube

volantino coser disinfestazione

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it