Niente capodanno col botto. Il sindaco Storino vieta petardi e fuochi d'artificio

Niente botti a Capodanno: il sindaco predispone l’ordinanza dal 30 dicembre al 6 gennaio. Multe sino a 500 euro per i trasgressori.

Dal 30 dicembre al 6 gennaio non sarà possibile accendere petardi, mortaretti o fuochi d’artificio nel territorio di Monteroni.

E’ l’ordinanza voluta dal sindaco Angelina Storino per scongiurare ogni tipo di situazione pericolosa in occasione dei festeggiamenti di Capodanno: “Tale usanza – si legge – comporta un oggettivo pericolo, essendo tali dispositivi in grado di provocare danni fisici, anche di rilevante entità, sia a chi li maneggia e sia a chi venisse fortuitamente colpito. L’esplosione può inoltre costituire un pericolo per l’incolumità psicofisica degli animali”.
L’amministrazione tiene però a precisare che non sarà vietata la vendita “in via generale ed assoluta sul proprio territorio degli artifici pirotecnici negli esercizi a ciò abilitati, quando si tratta di prodotti dei quali è consentita la commercializzazione al pubblico, purché siano rispettate le modalità prescritte per tale vendita”.
L’ordinanza vieta dunque l’accensione, il lancio e lo sparo di bombette, petardi e fuochi vari in “un luogo pubblico e anche privato ove, in tale caso, possano verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici o luoghi privati non appartenenti a terzi non consenzienti”.
La violazione ti tali disposizioni, ove il fatto non costituisca reato, sarà punita con sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro con il sequestro di tutto il materiale.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it