Benvenuta A-MaRe-D, istituzioni in campo contro le droghe. Bisconti: “Una crociata per la vita”

Nasce “A-MaRe-D”, un’associazione per la prevenzione e lo studio delle malattie respiratorie da droga. Il progetto debutterà con la presentazione in programma giovedì 31 ottobre, alle 19, presso il Palazzo Baronale di Monteroni.

Dopo i saluti del presidente dell’associazione, il primario pneumologo Mario Bisconti, del presidente provinciale dell’Ordine dei medici, il chirurgo Donato De Giorgi, e il sindaco e medico di base Angelina Storico, interverranno i relatori: il questore di Lecce Andrea Valentino, il magistrato Alfredo Manca, il colonnello della Guardia di finanza Francesco Mazzotta, il sindaco di Aradeo Luigi Arcuri, il sindaco di Oria Maria Lucia Carone, don Alessandro Saponaro (delegato della diocesi di Lecce), don Luciano Scarpina (delegato della diocesi di Nardò-Gallipoli), don Francesco Coluccia (delegato della diocesi di Otranto). E poi le dirigenti scolastiche Loredana Signore, Addolorata Natale e Maria Rosaria Manca (della onlus “Alessia Pallara - Per la lotta contro la leucemia mieloide acuta”), la psicoterapeuta Manuela Settimo, la psicologa Carmen Tommasi. Modererà il giornalista Tonio Tondo.

Le operazioni di polizia degli ultimi anni che hanno messo nel mirino le piazze di spaccio del Salento (Monteroni tra i paesi più caldi) hanno fatto risuonare il campanello d’allarme sul crescente utilizzo delle sostenze stupefacenti soprattutto nel mondo giovanile.

Col professore Bisconti, docente universitario e specialista delle malattie respiratorie, siamo entrati dunque nel merito di un progetto di grande valenza sociale. Ecco l’intervista.

Professore Bisconti, cos’è A-MaRe-D, quale è la missione dell’Associazione e a chi si rivolge?

Al pari della diffusione dell’uso delle droghe, anche le MaReD - Malattie Respiratorie da Droga –sono in incremento. E’ per questo che abbiamo voluto costituire l’Associazione A-MaRe-D finalizzata alla Prevenzione ed allo Studio delle MaReD - Malattie Respiratorie da Droga. Nell’acronimo A-MaRe-D sono racchiuse le diverse finalità dell’ASSOCIAZIONE. La “A” di A-MaRe-D può essere considerata l’iniziale di “Associazione” per le Malattie Respiratorie da Droga. Inoltre, se dall’acronimo A-MaRe-D eliminiamo la “D” che significa “Droghe”, rimane AMaRe che è il modo migliore di vivere la vita comunicando in ambito familiare e sociale, evitando l’isolamento, che spesso è la causa che conduce i giovani e meno giovani a ricorrere alla “D” ossia alla “Droga” per trovare il piacere di vivere. Ma, essa nuoce alla salute provocando le MaReD - Malattie Respiratorie da Droga. Da qui lo scopo della nostra Associazione di agire sui vari fronti perché l’Informazione è Prevenzione. Attraverso l’azione dei Medici che informano sui danni respiratori, in sinergia con gli Psicologi, gli Insegnanti, i Comuni e le Forze dell’Ordine si costituisce una “crociata” contro le MaReD - Malattie Respiratorie da Droga - finalizzata al benessere fisico e psichico del soggetto.

Quanto incide la droga sul nostro organismo ? Che danni produce ?

Ogni droga genera danni a carico di vari organi. Per fare qualche esempio, la cocaina prova patologie polmonari come asma bronchiale, pneumotorace, edema polmonare acuto, emorragia polmonare, infarto polmonare; cardiovascolari come, infarto del miocardio, endocardite, ipertensione arteriosa, tromboflebiti; danni neurologici come convulsioni, Ictus, vasculiti, delirio;gastrointestinali come stomatite, Ischemia intestinale, perforazione intestinale, colite, danni epatici;ostetriche e neonatali come aborto spontaneo, ritardo dello sviluppo e della crescita intrauterina, rottura di placenta, sindrome da morte improvvisa neonatale;renali come insufficienza renale acuta, infarto renale; cutanee oriofaringee e visive come ulcere gengivali, perforazione del setto nasale, ed altre.

Le droghe leggere hanno davvero minore impatto rispetto a quelle pesanti?

Quando si parla di “droghe leggere” si pensa alla marijuana, ma non esistono droghe leggere e droghe pesanti. Sembra che uno spinello contenga materiale corpuscolato in quantità pari a quelle presenti in 14-16 sigarette di tabacco con filtro ed a 4-5 sigarette di tabacco, per il contenuto di catrame. Inoltre sappiamo che la marijuana è dissecata con pesticidi, ammoniaca, paraquat. Viene fertilizzata con sangue di bue. Essa contiene il THC – Tetraidrocannabinolo - che ha azione irritante bronchiale generando tosse e, negli asmatici, broncospasmo. I consumatori di marijuana hanno sintomi respiratori assimilabili a quelli dei fumatori di tabacco di 10 anni più anziani. Pertanto, parlare di droghe leggere non è scientifico né corretto. E’ stato osservato che fra gli assuntori di marijuana vi è un maggior ricorso a visite mediche per problemi legati all’apparato respiratorio e non rispetto al resto della popolazione.

Quali tipi di droga sono esiziali in particolar modo per l’Apparato Respiratorio ?

È stato dimostrato, e l’esperienza è vasta anche in questo ambito, che le droghe provocano numerose patologie a carico dell’Apparato Respiratorio. E non soltanto le droghe, ma anche gli additivi, gli adulteranti e la mancanza di norme igieniche nell’assumere la sostanza sono responsabili. Le principali manifestazioni Respiratorie da Eroina sono: Asma bronchiale, Edema polmonare, Alveolite acuta. Quelle da Cocaina sono: Esacerbazione asmatica, Pneumotorace, Pneumomediastino, Emorragia polmonare, Infarto polmonare, Crack Lung Syndrome, Edema polmonare acuto, Eosinofilia polmonare, Polmonite, Alterazioni tracheo- bronchiali, Infezioni respiratorie, Ipertensione arteriosa, Granulomatosi e Fibrosi polmonare, Rinite, Depressione respiratoria. Quelle da Marijuana sono: Aspergillosi invasiva, Aspergillosi broncopolmonare allergica, Effetti neoplastici, Effetti sul sistema immunitario, Ipersensibilità allergica, Pneumotorace, Granulomatosi e fibrosi polmonare, Malattia bollosa polmonare. Ma il campo è vasto per presentare i danni polmonari nella loro interezza.

C’è allarme sociale per l’utilizzo, soprattutto tra i giovani, di sostanze stupefacenti. Cosa si può fare per combattere questo fenomeno ? E quali azioni e attività porterete avanti con la vostra Associazione ?

I frequenti sequestri operati dalle Forze dell’Ordine, che noi abbiamo voluto invitare in questa assise di presentazione dell’Associazione, indicano che c’è un ampio utilizzo di sostanze, che crea allarme in ambito sociale e sanitario. Perché anche i Sanitari, consci dei sequestri e dei numerosi esami tossicologici positivi, ricercano le patologie droga-correlate. Ma in ambito sociale i danni sono spesso sottovalutati. Per fare qualche esempio, si pensa più facilmente agli effetti nocivi indotti dalle droghe iniettate, e non allo sniffamento della cocaina che può generare edema polmonare acuto che può essere mortale. Le sostanze sciolte nel cucchiaio con acqua di rubinetto, che vengono riscaldate, aspirate con una siringa, che gli assuntori si passano fra loro, e poi vengono iniettate, possono generare gravi infezioni. Allora la domanda che ci poniamo è: “Cosa possiamo fare? Operativamente, i vari rappresentanti istituzionali presenti al tavolo dei Relatori, come possono interagire per arginare il fenomeno e prevenire le MaReD - Malattie Respiratorie da Droga”? La prima cosa è diffondere la conoscenza dei danni provocati dalle droghe nei vari ambiti professionali: incontri svolti dal Medico e dallo Psicologo nelle scuole con gli studenti, ma anche con i genitori. Formazione dei Docenti, affinchè trasmettano nozioni scientifiche specifiche sul tema agli alunni. Iniziative culturali promosse dai Comuni, rivolte alla popolazione, dove Medici, Psicologi e Forze dell’Ordine presentano le criticità nei vari ambiti professionali al di fuori della scuola. Sinergie fra Diocesi, Psicologi e Medici nel promuovere incontri informativi ai fini preventivi. In definitiva, un Protocollo d’Intesa fra Associazione A-MaRe-D, i Comuni, l’Ordine dei Medici, l’Ordine degli Psicologi, il Provveditorato agli Studi e la Questure potrà essere l’emblema di una crociata per prevenire le MaReD - Malattie Respiratorie da Droga. E fra Associazione A-MaRe-D, Rettorato di UniSalento e Ordine dei Medici per promuovere lo studio e la ricerca delle MaReD - Malattie Respiratorie da Droga, che è l’altra finalità dell’Associazione.

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it