Ha deciso di patteggiare due anni di reclusione (pena sospesa e non menzione) l’imprenditore edile quarantenne

Il Gip Stefano Sernia ha disposto gli arresti domiciliari per l’imprenditore edile di Monteroni, Emanuele Monaco, 40 anni, finito in carcere martedì scorso, subito dopo che i carabinieri avevano scoperto nel giardino della sua abitazione di campagna

Aveva messo su un “vivaio” con circa 500 piante di cannabis destinate alla “coltivazione” illegale della marijuana. E per questo è finito nei guai il titolare di una impresa edile, Emanuele Monaco, 40 anni, di Monteroni:

BURSOMANNO

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012  - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it