Arriva il preannunciato esito della Conferenza dei Servizi che si è svolta nella scorsa primavera.  Un atto formale che mette, per il momento, la parola fine, ad un procedimento lungo e complesso avente ad oggetto la delicatissima vicenda riguardante la gestione e lo smaltimento dei rifiuti.

Ispezione di Asl, Polizia Municipale e Comune nell’ex fabbrica Cito, che sorge in via Stazione: il sopralluogo è stato effettuato ieri mattina, lunedì 21 novembre, all’interno dello stabilimento dismesso che sorge nella zona industriale al fine di verificare lo stato di conservazione dell’amianto.

Dopo il rimpasto di luglio, il sindaco Angelina Storino completa il quadro e integra gli incarichi della sua squadra distribuendo  ulteriori deleghe (che in precedenza non erano state conferite) a quattro assessori

Nuovo stop per quanto concerne la discussione e l’approvazione del protocollo d’intesa per la concessione all’Asl di un immobile, adiacente alla Casa dello Studente, che sarà adibito a “Centro per la salute”.

Sotto la morsa del mal tempo e dopo le innumerevoli piogge di questi giorni, all’interno dell’orologio del campanile di piazza Falconieri si è accumulata una quantità inaspettata di acqua, a tal punto che da ieri iniziava a trasbordare.

Nessun colpo di reni. Tutto nella norma e tutto come da noi ampiamente preannunciato nei giorni scorsi (leggi articolo). Ora l'esecutivo Storino-bis è ufficiale anche con le deleghe ai singoli assessori.

Prosegue la polemica attorno al cantiere dell’ex “Cinema Italia” di Monteroni in “standby” da sette anni. E il Mas torna all’attacco e scrive al Prefetto e all’Asl per chiedere conto della condizioni di sicurezza e igienico-sanitarie dell’immobile.

Sulla vicenda dell’ex Cinema Italia arriva la risposta di Piero Favale, assessore all’urbanistica del Comune di Monteroni, che replica alle accuse sollevate nelle scorse settimane dal Mas, il movimento “Monteroni a sinistra”. 

Intanto, a pochi chilometri, in quel di Copertino, spunta un’iniziativa quasi analoga. E nelle scorse settimane si è aperta la fase del confronto in merito alla proposta di un impianto industriale di decarbonizzazione  per il recupero dei rifiuti organici.

Dopo l’esito della Conferenza dei servizi, esulta il fronte del “No”, impegnato da mesi nella mobilitazione. “Monteroni - afferma il sindaco Angelina Storino - ha vinto perché ha anteposto l’interesse pubblico a quello privato, lottando con forza e fierezza.

Pagina 3 di 3

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it