“Dobbiamo far emergere la luce della speranza, della verità e della legalità: dobbiamo diventare cittadinanza attiva. Monteroni è una bella città, che deve diventare però la città della speranza liberandosi dall’omertà e dalla malavita”.

Dopo la diffida dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecce, che tramite un duro ultimatum ha puntato il dito contro il Comune di Monteroni e le lungaggini dell’Ufficio tecnico nel rilascio delle autorizzazioni

Grande partecipazione di cittadini - genitori ma soprattutto ragazzi - alla consueta Marcia dell’Immacolata che si è svolta sabato pomeriggio nel centro storico del paese: circa 400 persone alla fiaccolata di preghiera e di riflessione promossa come ogni anno dalla Chiesa Matrice di Monteroni.

Monteroni rialza la testa. Partendo dai disabili. E la comunità cittadina - con ogni probabilità in coincidenza con l'arrivo della fiaccolata della legalità organizzata dalla parrocchia matrice

Più controlli, maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio, ripristino della videosorveglianza comunale e attivazione di altre telecamere tramite 36mila di fondi provenienti dall’Union3.

A distanza di poche ore, alla luce dell’ennesimo attentato incendiario avvenuto questa mattina (LEGGI ARTICOLO), il sindaco Angelina Storino usa parole forti su quanto sta accadendo a Monteroni, chiede compattezza a tutte le forze presenti una e inoltra una seconda lettera al Prefetto.

Arriva il preannunciato esito della Conferenza dei Servizi che si è svolta nella scorsa primavera.  Un atto formale che mette, per il momento, la parola fine, ad un procedimento lungo e complesso avente ad oggetto la delicatissima vicenda riguardante la gestione e lo smaltimento dei rifiuti.

Continua a far discutere il “caso” relativo alla videosorveglianza comunale. Sono circa 27 le telecamere pubbliche installate in paese: nessuna di queste funziona. La questione è riesplosa in questi giorni, dopo il furto compiuto nella parrocchia dell’Ausiliatrice di piazza Candido.

La comunità di Monteroni si interroga e si divide sulle parole di don Giorgio Pastore, il parroco dell’Ausiliatrice che dall’altare ha lanciato un duro monito alla comunità: “C’è troppa omertà, dobbiamo reagire” (LEGGI ARTICOLO).

Ispezione di Asl, Polizia Municipale e Comune nell’ex fabbrica Cito, che sorge in via Stazione: il sopralluogo è stato effettuato ieri mattina, lunedì 21 novembre, all’interno dello stabilimento dismesso che sorge nella zona industriale al fine di verificare lo stato di conservazione dell’amianto.

Pagina 10 di 15

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it