Era ricercato da sei anni per il tentato omicidio di quattro suoi connazionali. La latitanza di Arjan Mucaj, 31 anni, cittadino albanese che da alcuni mesi alloggiava a Monteroni, è finita ieri mattina, quando gli uomini della Sezione operativa della Direzione Investigativa Antimafia di Lecce lo hanno braccato all’interno di un distributore di carburanti del paese, dove si era fermato per fare rifornimento.

È risultato positivo agli esami tossicologici effettuati subito dopo l’incidente mortale. Ed ora è accusato di omicidio stradale aggravato dall’uso di sostanze stupefacenti. È finito sul registro degli indagati il nome dell’automobilista 39enne, di Carmiano, che ieri sera era alla guida della Passat Volkswagen che ha investito il giovane ciclista di 18 anni, morto sul colpo, lungo la provinciale Lecce-Arnesano.

Un incendio invade il cortile della scuola. E il fuoco divora la siepe, mentre gli alunni di terza media sono alle prese con la prima prova degli esami. È successo ieri mattina, intorno alle 11, nella scuola “Giuseppe Caione” di via Baracca, ad Arnesano.

Un giovane ciclista è stato investito da una vettura ed è morto. Tragedia della strada lungo la provinciale Lecce-Arnesano. Il drammatico incidente si è verificato in serata, intorno alle 21.15, nel tratto di asfalto compreso tra la “Clinica Città di Lecce” e il Centro gestito dai frati dell’Itca.

È risultata completamente estranea al presunto ammanco di 154mila euro dalle casse della scuola paritaria. E il processo di primo grado, che l’ha vista imputata con l'accusa di appropriazione indebita aggravata, si è concluso con un’assoluzione “per non aver commesso il fatto”.

Paurosa carambola nel primo pomeriggio lungo la provinciale Monteroni-Lecce. Una vettura è uscita di strada e si è semi-ribaltata. Dinamica da brividi, ma fortunatamente nessuna grave conseguenza per la conducente.

Non si ferma all’alt dei carabinieri. Quindi, scatta l’inseguimento, poi la sparatoria e l’arresto del conducente: si tratta di David Mariani, 39 anni, originario di Terni ma residente a Monteroni. L’uomo era alla guida di un furgoncino rubato quando ha forzato un posto di blocco dei carabinieri, mettendo in atto una fuga spericolata tra le vie del centro di Cattolica, in provincia di Rimini.

Assolto in via definitiva dall’accusa di aver sequestrato una bambina, il monteronese Giovanni Giancane, 48 anni, chiede giustizia anche sul web: invoca quindi il diritto all’oblio, ma “Google” risponde picche.

 

Un incendio, divampato nel cuore della scorsa notte, ha danneggiato il gazebo in legno situato all’esterno del “New Bar Victory” di Monteroni, attività commerciale (di proprietà di un 35enne del posto) che sorge all’angolo tra viale Trieste e via Carso. È successo intorno alle 3,30. Sulle cause del rogo sono in corso gli accertamenti dei carabinieri della stazione di Monteroni, che sono intervenuti per i rilievi.

La giustizia presenta il conto: 3 anni e 6 mesi per il monteronese Vincenzo Rossetti. In queste ore, i giudici della prima sezione penale hanno emesso la sentenza di primo grado che condanna il 35enne di Monteroni per l’assalto alla farmacia “De Pascalis”, attività che sorge a Lecce in via Dalmazio Birago.

Pagina 14 di 22
BURSOMANNO

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012  - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it