Momenti di concitazione e paura, in serata, intorno alle 20, nel cuore del centro storico di Monteroni, nei pressi di piazzetta Vito Rizzo. Un uomo di mezza età, di nazionalità straniera ma residente in paese, ha tentato il suicidio ingerendo una quantità alquanto eccessiva di farmaci.

Evade dai domiciliari, ma i carabinieri lo scoprono. E un uomo di Monteroni finisce a giudizio per direttissima: per lui una condanna a 1 anno e 2 mesi e l’immediato ritorno in carcere. Nuovi guai per il monteronese Fabio Marzano, di 48 anni.

Spaccano la vetrata della porta, ma l’assalto sfuma. Nuova effrazione ai danni del santuario della Madonna di San Fili, a Monteroni. Questa volta però il piano di qualche meschino ladruncolo fortunatamente non è andato in porto. Il tentativo di scasso è stato scoperto poche ore fa, nel pomeriggio di sabato, quando i volontari dell’associazione “San Fili - Ausiliatrice”  che si occupano della chiesa sono giunti nella rettoria per preparare la consueta messa prefestiva. 

Non si ferma all’alt dei carabinieri. Quindi, scatta l’inseguimento, poi la sparatoria e l’arresto del conducente: si tratta di David Mariani, 39 anni, originario di Terni ma residente a Monteroni. L’uomo era alla guida di un furgoncino rubato quando ha forzato un posto di blocco dei carabinieri, mettendo in atto una fuga spericolata tra le vie del centro di Cattolica, in provincia di Rimini.

La giustizia presenta il conto: 3 anni e 6 mesi per il monteronese Vincenzo Rossetti. In queste ore, i giudici della prima sezione penale hanno emesso la sentenza di primo grado che condanna il 35enne di Monteroni per l’assalto alla farmacia “De Pascalis”, attività che sorge a Lecce in via Dalmazio Birago.

Bucano il muro e mettono a segno il colpo ai danni della tabaccheria. Il furto è stato compiuto nella notte appena trascorsa, intorno all’una. Nei mirino dei ladri la rivendita “De Tommasi” di piazza Falconieri, che sorge nel cuore del centro storico di Monteroni: trafugati soldi, sigarette e Gratta&Vinci.

Ha favorito la fuga del compagno e lo ha coperto nascondendolo in casa: finisce agli arresti anche la fidanzata del giovane che si era dileguato dopo aver forzato un posto di blocco dei carabinieri.

Aveva forzato il posto di blocco dei carabinieri perché su di lui pendeva un mandato di cattura. Era quindi ricercato dalle forze di polizia e il controllo incrociato dei documenti lo avrebbe portato direttamente in carcere.

Indagini a ritmo serrato per smascherare l'identità del giovane che martedì sera ha forzato un posto di blocco dei carabinieri e creato scompiglio nel centro abitato di Monteroni.

 

Forza il posto di blocco dei carabinieri e fugge via a tutto gas. Abbandona poi l’auto all’ingresso di un supermercato e scappa a piedi. Scene da film d’azione a Monteroni, in pieno centro abitato. È successo poco prima delle 20.

Pagina 6 di 7

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it