La maggioranza prende tempo per cercare di ricostruire l’unità interna. Questa mattina la presidente del consiglio Chiara Centonze ha fissato per mercoledì 4 settembre la seconda convocazione del Consiglio comunale andato deserto lo scorso 7 agosto.

L’ex vicesindaco Sonia Martino, l’ex assessore Piero Favale e la consigliera Maria Grazia Guido, i tre esponenti della maggioranza sin da subito critici rispetto al project financing sul cimitero, con una nota congiunta spiegano le motivazioni della loro assenza nel consiglio comunale di ieri, che peraltro non si è svolto per mancanza del numero legale.

 

Con una nota congiunta esprimono una linea comune le forze politiche che erano presenti ieri nell’Aula di Palazzo di Città. Il Consiglio, come è noto, non si è svolto per la mancanza del numero legale sancita dall’assenza in blocco della maggioranza alle prese con la crisi esplosa sulla questione del project sul cimitero e culminata con l’azzeramento della giunta deciso dal sindaco Angelina Storino.

Giornata campale a Palazzo di Città. Dopo il terremoto politico sfociato con l’azzeramento della giunta disposto dal sindaco Angelina Storino, lo stesso primo cittadino e la sua maggioranza hanno disertato in blocco i lavori del consiglio comunale facendo mancare il numero legale.

La spaccatura sul project financing per il cimitero rischia di mettere in ginocchio la maggioranza. Poche ore fa il sindaco Angelina Storino ha azzerato la giunta revocando deleghe e incarichi ai cinque componenti dell’esecutivo: alla vicesindaco Sonia Martino e agli assessori Antonio Madaro, Giorgio Manfreda, Piero Favale e Tommaso Leucci.

Vincenzo Toma lascia il ruolo di capogruppo della maggioranza. Un nuovo scossone a Palazzo di Città che rende ancor più tempestoso il mare in cui veleggia da settimane l’amministrazione comunale di Monteroni.

Dopo tre giorni di devozione e pellegrinaggio al cospetto delle reliquie di Sant’Antonio di Padova presenti in questi giorni a Monteroni, le spoglie del Patrono s’incamminano alla volta del Veneto.

Tensione alle stelle a Palazzo di Città. Mentre le acque della maggioranza sono sempre più agitate, torna in consiglio comunale il project financing da oltre 4 milioni di euro per il completamento e la gestione da affidare ai privati del cimitero di Monteroni. 

Si apre una nuova pagina per la storia della città di Monteroni segnata dalla firma del Patto di amicizia tra il comune salentino e quello di Padova. Un Patto siglato sera, presso il Palazzo Baronale, suggellando lo storico evento del transito delle reliquie di Sant’Antonio di Padova nella comunità di Monteroni.

Grande emozione per l’abbraccio della comunità di Monteroni alle reliquie di Sant’Antonio di Padova, da tre secoli e mezzo protettore del paese. Un evento storico per il paese che accoglie per la prima volta nella sua storia le sacre spoglie del Patrono.

Pagina 2 di 96

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale
TGMonteroni.it
Supplemento online di totemgiornale.it - Registrato al Tribunale di Lecce N° 22/2012 - Direttore Responsabile: Vincenzo Paticchio - Direttore Editoriale: Eleanna Bello

WebMaster: EiX.it